Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Territori

Riflessioni

La sfida del turismo in 5 miliardi di euro: l’Irpinia saprà riconoscere il valore del suo prodotto?

Il Gruppo Intesa San Paolo ha siglato un accordo di collaborazione con il MiBact che prevede l’erogazione di questi fondi in tre anni a sostegno del nostro sistema turistico e culturale, si potranno investire per ristrutturare ed ammodernare le strutture ricettive, migliorare la raggiungibilità delle destinazioni, incrementare la qualità dell’accoglienza, dei servizi e della formazione degli operatori, ma anche per innovazione tecnologica e organizzativa, valorizzazione delle competenze, rilancio e consolidamento della filiera allargata: questa potrebbe essere un’opportunità per conquistarsi uno spazio di considerazione all’interno del Piano Strategico per il Turismo, presentando un progetto, studiando nuove formule e ripensando completamente l’offerta

Il Gruppo Intesa San Paolo ha siglato un accordo di collaborazione con il MiBact che prevede l’erogazione di 5 miliardi di euro in tre anni a sostegno del nostro sistema turistico e culturale ed è intorno a queste risorse che ruota il Piano Strategico del Turismo 2017-2022. Un fondo destinato prioritariamente alla predisposizione di un vero e proprio "Patto per il Turismo 4.0" e di una serie di linee di azione comuni per le imprese e le filiere del settore: il punto di partenza è stata un’indagine di Intesa San Paolo su un campione di imprese turistiche nazionali che ha rivelato la necessità (...)

continua la lettura

La sfida

Abbiamo molto potere per cambiare questo territorio, siamo solo all’inizio: nasce la prima Guida dell’Irpinia e viaggia già verso Madrid

Un nuovo anno è arrivato portando con sé la notizia della partecipazione dell’associazione Irpinia Mood alla Fitur - la Fiera del Turismo spagnola, che si tiene dal 17 al 21 gennaio - punto di incontro globale per i professionisti del settore, dove sarà presentato questo lavoro: iniziamo solo adesso a chiederci che cosa promuovere e verso chi, ad invertire la tendenza dei dati Istat, non solo proponendoci delle specifiche finalità, ma realizzandole in maniera consapevole, eppure è evidente che per la politica dare impulso e sostegno alla cultura e al turismo delle aree interne non sia ancora una priorità

«In Italia si contano circa 5.000 borghi in abbandono ricchi di santuari, torri, casali, chiese, palazzi, necropoli, mausolei, sepolcri, statue e anfiteatri, aree archeologiche, cinte murarie, cisterne, acquedotti: resti di (...)

continua la lettura

La curiosità

Tra “I Borghi più belli d’Italia” c’è Summonte: orgoglio di un’Irpinia che fa ancora innamorare

Tour virtuale con una carrellata di immagini mozzafiato del Comune che sorge nell’area protetta del Parco Regionale del Partenio a cui è stata riconosciuta l’integrità del tessuto urbano, l’armonia architettonica, la vivibilità, la qualità artistico-storica del patrimonio edilizio pubblico e privato, i servizi al cittadino. Il sindaco Giuditta esulta: «Un risultato che parte da lontano e che deve stimolare i sindaci di tutta la provincia»

Summonte è ufficialmente nella rete de “I Borghi più belli d’Italia”. L’importante onorificenza sarà arriva al termine di un lungo iter portato avanti dal primo cittadino, Pasquale Giuditta. Al comune che sorge nell’area protetta (...)

continua la lettura

Il fatto

«Sgombero del concessionario e finanziamento della Comunità Alta Irpinia»: Laceno, il progetto del sindaco Nigro

Presentata al Circolo della Stampa di Avellino la VI edizione dell’evento UISP “Innamorati della Neve”. Il primo cittadino bagnolese: «Il finanziamento per il recupero delle seggiovie c’è. La comunità del progetto pilota Alta Irpinia, guidata dal presidente De Mita, ha deciso di fare della nostra località il polo turistico di riferimento dell’area. Ma perché tutto questo accada, le strutture devono rientrare nella disponibilità del Comune. Il concessionario ha rifiutato ogni accordo. Stiamo spingendo sul Consiglio di Stato»

«Io so per certo che un finanziamento per il recupero delle seggiovie c’è. La comunità Alta Irpinia, presieduta da De Mita, ha deciso di fare del Laceno il polo turistico di riferimento dell’area. La sua valorizzazione non può (...)

continua la lettura

L’iniziativa

La «follia d’amore» di “Irpinia Mood” al “Fitur” di Madrid: perché «il turismo in Irpinia passa da lì»

Dal 17 al 21 gennaio, l’associazione avellinese porterà la provincia di Avellino alla principale Fiera internazionale che nel 2017 ha intercettato circa 10mila aziende operanti nel settore. La mission nelle parole del presidente Graziano: «Religione-cultura, paesaggi mozzafiato ed enogastronomia e su questi temi costruiremo più itinerari possibili da legare ai grandi flussi turistici che puntano verso Napoli o verso la Costiera Amalfitana. Se non smettiamo di cantarcela e suonarcela da soli l’Irpinia esisterà solo e sempre per noi». E la sfida continuerà anche al BIT di Milano

Il 17, 18, 19, 20 e 21 gennaio 2018, l’associazione “Irpinia Mood” rappresenterà l’Irpinia alla “Fitur” di Madrid. Per chi non lo sapesse, il “Fitur” altro non è che la Fiera del turismo di Madrid, il punto di incontro globale per i (...)

continua la lettura

Archivio