Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Territori

Il Consiglio monotematico

Ospeale "Landolfi", i sindaci alzano la voce: «Subito la riorganizzazione del presidio e nuovi servizi a Serino e Montoro»

Nel consiglio comunale aperto all’intera valle dell’Irno e al Serinese, approvato all’unanimità l’ordine del giorno che chiede un’immediata inversione di tendenza al direttore generale del "Moscati", Renato Pizzuti: «Attuazione del decreto 29, posti letto, trasferimento dei reparti a Solofra». Ma anche il ripristino del distretto sanitario di Montoro e una sede vaccinale a Serino». Vignola: «Per cominciare, il "Moscati" approvi l’atto aziendale»

«L’indicazione certa e improcrastinabile dei tempi, delle modalità e delle risorse per la attuazione del Decreto 29, che prevede la completa e dettagliata riorganizzazione dell’Ospedale Landolfi di Solofra, a seguito dell’annessione dello stesso all’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino, con particolare riferimento, e con immediatezza, all’aumento dei posti letto da 104 a 151 unità, ed al servizio di Pronto Soccorso. L’approvazione del Piano Aziendale dell’ospedale Moscati, con la comunicazione dei motivi degli attuali ritardi». Ed ancora: «L’apertura del reparto terapia intensiva, con annessa (...)

continua la lettura

Storie

Due coppie di futuri sposi e un felice percorso di accoglienza: a Torella è festa grande

Nel Castello Ruspoli sarà celebrato dal Sindaco il matrimonio di Cinthia e Endurance insieme a quello di Miriam ed Emmanuel: nigeriani, rifugiati ospiti dello Sprar, rispettivamente genitori di Nicholas, Destiny e Precious. Un lungo viaggio per arrivare in Italia e momenti difficili da lasciarsi alle spalle, si preparano con emozione all’evento di sabato supportati da tutta la comunità del piccolo comune altirpino che ha finanziato le nozze: «La fortuna è nostra, abbiamo con loro un rapporto bellissimo e questo è il regalo di tutto il paese»

Cinthia Enotoe ed Endurance Efosa hanno un bambino, si chiama Nicholas. Miriam Monday ed Emmanuel Godwin hanno due bambini: un maschio - Destiny - e una femmina, Precious. E questa è una storia di accoglienza, di matrimoni, di (...)

continua la lettura

1

La premiazione

ZenziGusto: il marchio Sagra di Qualità alla Pro Loco di Quaglietta

Lo Zenzifero è un prodotto tipico legato al territorio, rappresentativo della storia e della tradizione, valorizzato a pieno nell’evento del 18 e del 19 agosto: il riconoscimento è stato attribuito al termine di un iter documentale e di rigorose verifiche sul campo da parte di commissari Unpli che hanno effettuato un sopralluogo. La cerimonia si è svolta il 20 gennaio presso il Senato della Repubblica

Marchio Sagra di Qualità per ZenziGusto sagra dello Zenzifero che viene organizzata annualmente il 18 e 19 agosto dalla Pro Loco Aquae Electae di Quaglietta. La certificazione è rilasciata dall’Unione Nazionale Pro Loco (Unpli) (...)

continua la lettura

L’intervista

Seicento piante da curare per un ritorno alla cultura rurale: tutto questo è "Adottiamo un vigneto"

Autoproduzione, natura, sostenibilità e benessere, su questi quattro pilastri poggia l’iniziativa della neonata associazione "Sorsi d’Irpinia" che domenica terrà la prima lezione di potatura nel vigneto di Carmine a Manocalzati, affidato all’impegno dei partecipanti: guidati da un agronomo impareranno le nozioni fondamentali e tutti insieme cominceranno questo percorso a tappe verso la vendemmia. Ci siamo fatti raccontare come nasce il progetto e come andrà avanti...

Dalla potatura della vigna al bicchiere, avete mai pensato di fare voi stessi il vino che bevete? E’ un’idea che ha lanciato la neonata associazione Sorsi d’Irpinia che unisce prima di tutto tre amici - Roberto, Claudio e Maria (...)

continua la lettura

L’intervista

«Sarà un luogo aperto all’arte, con 82mila euro restituiamo il Castello alla comunità»: il Sindaco di Bonito progetta il futuro

Giuseppe De Pasquale si è impegnato in questi anni per reperire le risorse economiche necessarie all’acquisto del complesso medievale con la sua Torre, simbolo del piccolo paese della Valle dell’Ufita: «Una cifra che non grava sul bilancio, oggi siamo gli effettivi proprietari di questo patrimonio storico e artistico». Il prossimo passo sarà il progetto di recupero e restauro per renderlo agibile: «Riserveremo particolare attenzione agli affreschi, coinvolgeremo associazioni e professionisti nel percorso verso l’apertura, lo immagino come uno spazio museale»

La Torre Normanna di Bonito fu costruita insieme al castello intorno al 1130 per ordine di Guglielmo Gesualdo, consanguineo di Ruggiero II di Sicilia, lungo l’arco normanno Buonalbergo, Ariano, Acquaputida, a confine con la (...)

continua la lettura

Archivio