Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Sport

La prima di ritorno

Basta Final Eight, si pensa solo al campionato: e si ricomincia col girone di ritorno

Otto match spalmati in tre giorni, ognuno con orari diversi. Cantù-Sassari: rivincita F8; Reggio-Avellino: la classica; Torino-Brindisi: sfida tra coach; Milano-Cremona: il derby; Pistoia-Capo: match salvezza; Bologna-Trento: partita play off. E infine due testacoda: Venezia-Varese e Brescia-Pesaro. Buon divertimento

Completato il girone d’andata, stabilita griglia, abbinamenti e orari per le Final Eight, per quattro settimane, prima dell’evento di metà febbraio, l’attenzione è rivolta esclusivamente al campionato di Lebagasket Serie A. Nessuna pausa per i sedici roster che sono pronti a scendere in campo per la prima giornata di ritorno. Due anticipi al sabato sera, cinque di domenica e una di lunedì sera con la particolarità che ogni partita avrà il proprio orario. Si comincia alle 20:30 con Red October Cantù - Banco di Sardegna Sassari, una partita dal significato molto particolare. Sì, perché gli uomini (...)

continua la lettura

L’intervista

«Prima la salvezza, poi il resto. Sarà tosta battere la Sidigas, il Bigi ci aiuti nell’impresa»: Qui Reggio, parla l’ex Cervi

Il capitano della Grissin Bon guarda alla sfida contro Avellino: «Gara stimolante, loro sono forti e completi in tutti i ruoli. Abbiamo fame di punti, dovremo tener duro per 40’». Poi la strigliata al gruppo: «Dobbiamo avere il fuoco dentro a prescindere dal valore della nostra avversaria»

Un girone d’andata infernale, non solo per i risultati conseguiti in campionato e che hanno portato la Grissin Bon a restare fuori dalla otto squadre che si contenderanno la Coppa Italia.Il ginocchio che fa crack e che lo (...)

continua la lettura

Il dopogara tra Scandone e Zielona

«Tre battaglie da giocare senza paura. Vogliamo passare il turno»: la grinta di Scrubb

L’ala biancoverde: «Non siamo stanchi, dobbiamo solo capire che in campo bisogna scendere sempre concentrati perché nessuna avversaria è disposta a cedere un centimetro»

La sconfitta meritata contro lo Zielona Gora ha complicato la corsa della Sidigas Avellino. Il passaggio del turno non è compromesso a patto che la squadra di coach Pino Sacripanti giochi con maggiore concentrazione le tre (...)

continua la lettura

Il commento

Occasione sprecata

Match nato male e finito peggio: Zielona Gora ha vinto con merito, la Sidigas ha perso con altrettanto merito. A tre gare dalla fine gli errori stanno a zero: pancia a terra, ci tocca la trincea

Doveva essere il colpo decisivo per la qualificazione, è diventato il terzo passaggio a vuoto casalingo in una Champions League segnata più da dolori che da gioie. Così come contro Bonn, la Sidigas perde meritatamente contro una (...)

continua la lettura

1

Il dopogara tra Scandone e Zielona

«Approccio sbagliato, nessuna scusante. Spero ci serva da lezione»: Sacripanti recita mea culpa

Il coach biancoverde: «Pensavamo che bastasse scendere in campo per poter vincere e non è stato così. Abbiamo sottovalutato un grande avversario e non deve accadere più. Colpa mia che non ho fatto capire alla squadra l’importanza della gara. Ci rialzeremo»

Sfortuna e percentuali bassissime condannano la Sidigas alla seconda sconfitta consecutiva casalinga in Champions. Zielona Gora precisa e implacabile ha meritato la vittoria e al termine del match coach Pino Sacripanti non (...)

continua la lettura

Archivio