Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Società

Provocazioni

Avellino è una città antifascista?

C’è qualcuno che ancora si diverte a scherzare con simboli pesanti per la nostra storia, riproducendoli sui muri e per le strade di Avellino: andrebbero tutti cancellati e gli striscioni rimossi - anche in virtù di una mozione votata dal Consiglio Comunale tre anni fa - non ci possiamo più permettere di trasformare questi gesti in macchietta senza accorgerci di quanto in realtà siano pericolosi, perché questo tempo ci dice che i fascisti esistono e la Senatrice Liliana Segre è sotto scorta proprio per questo

Salvini ha detto che in Italia non ci sono i fascisti. Alla senatrice a vita Liliana Segre è stata assegnata la scorta per le minacce e gli insulti subiti - via web e con un immancabile striscione di Forza Nuova - dopo l’istituzione della Commissione contro l’odio, il razzismo e l’antisemitismo. Come ci ricorda Il Post: in Italia esistono almeno due partiti che si dichiarano esplicitamente fascisti e partecipano alle elezioni nazionali e locali – CasaPound e Forza Nuova – oltre a un partito di estrema destra come Fratelli d’Italia che ha un rapporto e un giudizio piuttosto ambiguo sulla (...)

4

continua la lettura

L’iniziativa

Nasce sposincampania.it, la rivista “smart user” dei matrimoni in Campania tutta made in Irpinia

I fratelli Zappella, Domenico e Massimiliano, protagonisti di un progetto ambizioso tra comunicazione e promozione delle eccellenze regionali. Dal primo contatto con la location dei sogni, passando per bomboniere, fino ad arrivare al viaggio, tutto ciò che gira intorno al matrimonio trova uno spazio informativo e promozionale per gestire al meglio e più facilmente tutti gli impegni legati a quel giorno

Nasce oggi il sito web www.sposincampania.it, la testata giornalistica online dedicata al mondo del wedding in Campania e agli eventi ad esso collegati. Dall’idea di Domenico Zappella, giornalista professionista ed esperto di (...)

continua la lettura

La riflessione

I fratelli Tafazzi, che siamo noi

Le conseguenze elettorali della plastic tax, la vittoria di Guazzaloca a Bologna nel ’99, le cacche dei cani degli avellinesi, i crocifissi di Salvini, Vittorio Feltri e le commemorazioni della marcia su Roma, l’invasione, l’Olocausto e la Commissione Segre: alle radici dell’italico tafazzismo

Ho letto su La Repubblica (a firma di Bignami e De Marchis) un editoriale politico sulla plastic tax, che metterebbe in ginocchio il settore in Emilia Romagna (sede della maggior parte delle industrie d’imballaggi), regione in (...)

continua la lettura

Riflessioni

No, non stiamo esagerando...

Dovremmo essere il popolo di Dresda che scende in strada contro il pericolo del rinascente nazismo e arriva a dichiarare lo stato d’emergenza, ma noi non siamo così. Pensiamo che non possa più succedere di avere un ducetto che ci comanda affacciato a un balcone, peggio ancora, lo invochiamo perché ha fatto anche cose buone

Voi sapreste riconoscere un fascista oggi? In copertina c’è l’ultimo cartoon di Makkox, andato in onda venerdì durante la puntata di Propaganda Live è la storia semplice di un camer-out contemporaneo. La settimana appena (...)

continua la lettura

L’intervista

«Se ti vuoi perdere, vieni in Irpinia»: una conversazione con Andrés Neumann, tra valori ed errori

Abbiamo scavato negli archivi della nostra terra, fino ad arrivare al 2014, l’anno in cui questo professionista dell’industria creativa e della cultura è arrivato fino a noi per partecipare alla sperimentazione di “Sistema Irpinia per la cultura contemporanea” con l’intento di creare valore e opportunità in una provincia del Sud Italia. Ci siamo fatti raccontare cosa resta e perché la nostra identità non riesce ad arrivare lontano: «Sono stati gettati dei semi, ma la chiave è il tempo, i progetti culturali hanno bisogno di continuità, la vostra pianta è ancora troppo giovane»

Andrés Neumann è un professionista dell’industria creativa e della cultura, design-thinker, curatore artistico, imprenditore culturale e talent coach. Questi i titoli. Il suo approccio nelle arti e nella cultura è considerato (...)

continua la lettura

1

Archivio