Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Società

Le cose belle

Una chiesa riaperta dopo quarant’anni, una mostra fotografica e una classe di studenti: la cultura in città o è così, o non è

ll progetto della V A – Liceo Mancini – si conclude con un evento pubblico (domani dalle 17): guidati dal fotografo Antonio Bergamino esporranno le loro storie legate alla perdita in otto fotogrammi che danno vita ad un racconto. Ad accompagnarli una performance teatrale e un concerto. La location è la Chiesa della Santissima Trinità, riaperta grazie al supporto dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi. Vedremo con i nostri occhi quell’idea di città di cui si parla tanto e che qualcuno ha realizzato mentre eravamo troppo impegnati ad interpretare il politichese. Cultura, giovani, valorizzazione del patrimonio, formazione, scuola, arte: la speranza di rinascita sta proprio qui

All’angolo tra Via Luigi Amabile e Via Trinità, a due passi dal Duomo, dalla Dogana e da Piazza Libertà, c’è la vecchia Chiesa della Santissima Trinità dei Poveri: nata originariamente come Oratorio e sede di una confraternita, nel 1753 è stata elevata a Parrocchia dal Vescovo Felice Leone. Al suo interno tra le opere d’arte c’è una Trinità del pittore Angelo Solimena – che il nostro Francesco Forgione vi ha raccontato qui – risalente al 1672. Da quarant’anni è chiusa al pubblico, viene utilizzata soltanto per tenere dei corsi di teologia. Ma domani ci sarà una piacevole eccezione che ci auguriamo (...)

1

continua la lettura

Il convegno

«Il Mezzogiorno sarà la fortuna o lo sfortuna dell’Europa»: nel Salotto di Via Vittoria Colonna la fotografia di un Sud dal fascismo alla Repubblica

“Il salotto di Via Vittoria Colonna. Emilio Scaglione tra Giovanni Amendola e Giustino Fortunato”: è questo il titolo del volume di Antonio Sarubbi curato dalla casa editrice Homo Sapiens, pubblicato postumo e presentato al Circolo della Stampa di Avellino in un simposio tra giornalisti, studiosi e intellettuali. Un confronto fortemente voluto dal Centro di Ricerca “Guido Dorso” che ha inteso recuperare la memoria storica di un Mezzogiorno raccontato attraverso gli anni di impegno di Amendola e di altri fondamentali pensatori meridionalisti

Il salotto di Via Vittoria Colonna. Emilio Scaglione tra Giovanni Amendola e Giustino Fortunato: è questo il titolo del volume di Antonio Sarubbi curato dalla casa editrice Homo Sapiens, pubblicato postumo e presentato al (...)

continua la lettura

La lezione

Giornalisti per un giorno

Stamattina il direttore di orticalab, Marco Staglianò, è venuto al Quinto Circolo per spiegaci il suo mestiere

Stamattina, al Quinto Circolo Giovanni Palatucci, le classi quinta B e quarta C hanno partecipato all’incontro con il direttore di orticalab, Marco Staglianò. In questo incontro, il direttore Staglianò ha spiegato ai ragazzi (...)

continua la lettura

Esperienze

Scuola-Orticalab: il giorno in cui ci siamo confrontati sul mestiere del giornalista

In questa maratona elettorale abbiamo fatto una pausa per conoscere Giusy, Rosalba, Luis, Sissi, Benedetta, Chiara, Ciro, Alessia e Aurora del Convitto Nazionale che attraverso il loro Pon - “Un blog per conoscere meglio il territorio” - ci hanno stimolati a rispondere alle loro domande curiose per raccontare il nostro lavoro quotidiano e ci hanno aiutati a comprendere un pubblico giovanissimo: adesso siamo noi ad aspettare con ansia di leggere il vostro editoriale di gruppo

Un sabato mattina in piena campagna elettorale, di quelli divisi tra appuntamenti politici e candidati da ascoltare. Eppure in questa maratona verso il voto del 26 maggio ci siamo presi una pausa che è servita soprattutto a (...)

continua la lettura

Riflessioni fondamentali

Assorbenti e contraccettivi gratis all’Università: grazie a chi ancora lotta per alzare il nostro livello di civiltà

Studentesse e studenti dell’Unisa hanno chiesto e ottenuto che le mestruazioni non siano più un lusso: con gli assorbenti tassati al 22% l’azione di Link Fisciano e del Collettivo+ è passata dai distributori di assorbenti autogestiti, alla discussione in Consiglio Studentesco: all’unanimità è passata la proposta che porterà l’Università a dotarsi di dispenser gratuiti. E saranno installati anche distributori di farmaci di primo soccorso e di preservativi, per una sessualità sicura e consapevole. Una doverosa battaglia politica, igienica, sanitaria e sociale da cui dovremmo prendere esempio

All’Università di Salerno gli studenti e le studentesse hanno chiesto e ottenuto che il ciclo mestruale non sia più un lusso. Che cosa significa questo? Facciamo un passo indietro: nella nuova Legge di Bilancio a firma del (...)

continua la lettura

Archivio