Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Politica

La tornata

Amministrative in Irpinia, sabato la consegna delle liste: 200.000 cittadini al voto

Parte il conto alla rovescia nei 46 comuni irpini chiamati al voto. Ancora cinque giorni per mettere a punto gli ultimissimi dettagli, sciogliendo i rebus e le incognite del caso, e una marea di candidati e di compagini ufficializzeranno la propria sfida per il Consiglio comunale o per la carica di primo cittadino. Il termine scade sabato alle ore 12. Gambacorta e Bianchino in cerca della riconferma. Fuori De Mita per ragioni anagrafiche

Parte il conto alla rovescia per la consegna delle liste nei 46 comuni irpini chiamati al voto. Ancora cinque giorni per mettere a punto gli ultimissimi dettagli, sciogliendo i rebus e le incognite del caso, e una marea di candidati e di compagini ufficializzeranno la propria sfida per il Consiglio comunale o per la carica di primo cittadino. Il termine scade sabato alle ore 12. In vista dell’election day del 26 maggio, saranno chiamati alle urne 208.127 elettori. Non solo nei grandi comuni. La battaglia elettorale già abbondantemente partita nel capoluogo si ripeterà con altrettanta (...)

continua la lettura

La conferenza

«Anni di militanza premiati da Forza Italia. Un onore rappresentare l’Irpinia alle Europee»: Antonella Pecchia si presenta

La più giovane candidata della provincia di Avellino si definisce figlia della generazione Erasmus e si dice lusingata per la scelta del partito: «Non sventolo la bandiera a seconda dei sondaggi. Ho sposato l’idea che promuove Forza Italia con convinzione. Fin qui grazie agli insegnamenti di Sibilia e Pietro Foglia». L’endorsement del Coordinatore provinciale, Sibilia: «Investiamo sui giovani e lo facciamo con convinzione»

Ventisettenne irpina, originaria di Avella, avvocato, militante della prima ora del movimento giovanile di Forza Italia, Antonella Pecchia non ci ha pensato su un minuto prima di accettare la candidatura alle Elezioni Europee (...)

continua la lettura

1

Verso il voto

Pd, scende in campo Zingaretti: «Si tenti l’ultima mediazione per tenere insieme il Centrosinistra». Domani vertice a via Tagliamento

Il Segretario Nazionale del Partito Democratico entra nella contesa cittadina spingendo per la riunificazione delle forze di Centrosinistra: «Le ragioni delle divisioni si possono ancora superare». Annunziata convoca tutti presso la Federazione Provinciale del Pd: al tavolo Popolari, Articolo Uno-Mdp, Mai Più, App e Coloriamo Avellino

Il Segretario Nazionale del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, entra direttamente nella contesa cittadina. Le sue parole, affidate all’Ansa, aprono all’ultima mediazione per tenere insieme il Centrosinistra: «Ad Avellino (...)

continua la lettura

10

La conferenza

«Sono un avvocato di lotta e sogno un’Europa diversa, più giusta, più libera e più uguale»: Europee, “La Sinistra” presenta Michela Arricale

Il riferimento irpino per la Circoscrizione Italia Meridionale ha avviato la campagna elettorale in vista delle elezioni del prossimo 26 maggio: «Ci sarà tanta Irpinia nel mio viaggio, porterò in giro i suoi problemi che sono i medesimi di tutte le aree interne. Vogliamo far emergere i temi e i modi di affrontarli. Li affronteremo e faremo capire bene al cittadino cosa significa votare a sinistra, rispetto che a centro o a destra. Noi partiamo dalla dignità dell’uomo»

Un lavoro e una vita buona per tutti e tutte, libertà prima di tutto, basta con l’austerità e il neoliberismo, rifondare l’Europa con la democrazia, per i diritti delle e dei migranti, un’Europa in pace e di pace, investimento nel (...)

continua la lettura

Facezie ma non proprio

’O sang amaro del compagno Leo: teneva ’o cocco bello e ammonnato ma non se n’è addonato

I maligni, tra cui il mio direttore ed il maestro Franco Genzale, sostengono che Annunziata è venuto ad Avellino più nelle vesti di segretario politico della famiglia De Mita che di segretario regionale del Pd, per cui la sua ira sarebbe più che comprensibile: doveva garantire a zio e nipote la sopravvivenza, anche a costo di condannare il suo Pd alla sconfitta, si ritrova con zio e nipote for’a porta ’e via Tagliamento. Noi, invece, riteniamo, molto più semplicemente, che il compagno Leo non ha ancora capito ‘na beneamata mazza di quello che sta accadendo, o che è già accaduto sotto il cielo del capoluogo

A me il segretario regionale del Partito Democratico, Leo Annunziata da Poggiomarino, mi sta simpatico assai. È uno di battaglia, sape legge e scrive, porta sul viso le rughe della militanza e, soprattutto, è dotato di uno (...)

continua la lettura

1

Archivio