Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Politica

Il punto

Pd, il Nazareno prova la via della mediazione per Avellino: senza unità sarà Congresso straordinario

Tante le interlocuzioni che hanno segnato la giornata della Direzione Nazionale: Di Guglielmo ha incontrato i vertici del Partito Democratico, i quali avrebbero indicato la strada della ricomposizione. Senza risultati, però, verrà intrapreso il percorso che porta all’Assise straordinaria. Oggi l’iniziativa di Del Basso De Caro, Petitto e Festa

Nicola Zingaretti, nel suo intervento in Direzione Nazionale, non ha parlato di Avellino. Ma, al Nazareno, si è discusso, dietro le quinte, dei dolori del Pd irpino. In una giornata segnata dai lavori dei livelli nazionali del partito e dalla richiesta, da parte del Segretario Nazionale, di lanciare una fase costituente sui territori, a partire dal Sud, e di ricostruire, all’interno del Pd, un clima di fiducia reciproca, qualche segnale è arrivato anche per la Federazione irpina. Roma, venendo a Via Tagliamento, vorrebbe provare a ricomporre le fratture che hanno segnato l’ultimo anno e (...)

continua la lettura

L’intervista

«Cercheremo l’unità del Centrodestra ma vincere per vincere non serve a nessuno. Senza la Lega non c’è alternativa a De Luca»: Regionali, le condizioni del Carroccio

Il coordinatore regionale della Lega, l’onorevole Gianluca Cantalamessa, analizza gli ultimi passaggi elettorali e detta la linea in vista delle regionali del prossimo anno: «In Campania registriamo una crescita senza paragoni nel resto del Sud e non è un caso. Ci può essere condivisione con il Governatore De Luca su alcuni temi, ma per il resto siamo su piani nettamente differenti e distanti. Ha fallito su tutti i fronti, lavoreremo sui programmi per trovare una sintesi con le altre forze del Centrodestra ma i numeri dicono che la centralità della Lega non può essere messa in discussioni. I numeri parlano chiaro»

L’ultimo passaggio elettorale ha fatto registrare una crescita esponenziale della Lega in Campania, restituendo al partito di Salvini prospettive impensabili in vista delle regionali del prossimo anno. Ne abbiamo discusso con (...)

continua la lettura

Il post voto

«Il voto di Avellino è il disastro di chi insegue la politica per il potere. Il Pd si è suicidato, Petracca si è mosso con stupidità da geometra»: l’analisi di De Mita

L’ex premier incontra gli amministratori de "L’Italia è Popolare" all’Hotel Belsito e rilancia un nuovo percorso per i popolari: «Ho una testa serena, sono gioioso. Ora dialoghiamo al nostro interno e proponiamo soluzioni». Messaggi al vetriolo a Petracca («Era un fratello minore, ma è un uomo d’affari. Per lui la politica è interesse»), Pd («Partito senza pensiero e senza classe dirigente») e Cipriano: «Guardava solo all’azione, ma non sempre va bene». De Mita jr è prudente: «Ad Avellino ha vinto il più simpatico. Spero che con Festa si ritrovi lo spirito di Controvento»

«Il risultato elettorale di Avellino non è la nostra sconfitta ma certifica il disastro di chi si era organizzato, inventando strumenti di ogni tipo, per conquistare il potere. L’esito del voto rappresenta il suicidio del (...)

continua la lettura

6

L’analisi

Il compromesso possibile

Il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, continua ad annunciare tagliate di teste. L’ultima che vorrebbe far cadere è quella del vice Governatore Bonavitacola, il che equivale a dire quella di De Luca. Un errore madornale per la città, per il Pd e per lo stesso Festa. A lui e non solo a lui ci permettiamo di rinfrescare la memoria rispetto a quanto accaduto negli ultimi dodici mesi sotto il cielo del Pd irpino e di segnalare che per come stanno le cose l’unica via di salvezza, per tutti,è quella di un grande compromesso che soddisfi le esigenze di chi ha ancora in mano le redini del partito e di chi ha “politicamente” vinto le elezioni comunali di Avellino

Ancora in preda all’ebrezza della meritata vittoria – e, forse, anche un tantino ai fumi del brindisi di Piazza Libertà, la notte dello scrutinio, tra fuochi pirotecnici e trombette, e abbracci e baci spesso insospettabili, come (...)

continua la lettura

2

Via Tagliamento

Pd, Di Gugliemo non pensa al passo indietro e chiama AreaDem. Domani la Direzione Nazionale: si parlerà anche di Avellino

Il Segretario Provinciale non avrebbe nessuna intenzione di dimettersi, ma chiederà la fiducia alla Direzione Provinciale. Il Congresso straordinario sembra all’orizzonte: domani a Roma si riunisce la Direzione Nazionale, potrebbero arrivare indicazioni sul futuro della Federazione Irpina

Per ora, da Via Tagliamento, non filtra una parola che sia una. Dopo l’esito del ballottaggio di una settimana fa che ha visto Luca Cipriano, candidato a sindaco nella coalizione targata Pd, perdere per una manciata di voti (...)

continua la lettura

2

Archivio