Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Cronaca

Diario dell’emergenza

Arriva l’ora legale. Un’ora di luce in più in questa quarantena forzata

Questa notte dovremo spostare le lancette di tutti i nostri orologi un’ora avanti. Questo significa che avremo un’ora di luce in più. Un’ora di attività in più da passare con i propri compagni di ventura tra le mura domestiche. Ecco come affronteranno questa domenica senza fine alcune mamme con i loro figli, tra lezioni a distanza, cartoon e serie tivvù, freccette, qualche capatina in giardino, pasta di sale da colorare e un tiramisù di buon augurio

Tutti pronti per questo piccolo balzo in avanti del tempo? Questa notte scatterà l’ora legale. Bisognerà spostare le lancette dei nostri orologi un’ora in avanti. State tranquilli, tanto i vostri device e i vostri smartphone sono programmati per farlo in automatico. Non potrete fare finta di niente. Da domani avrete un’ora di luce in più e questo si tradurrà, almeno nella domenica che ci stiamo apprestando a vivere, in una giornata più impegnativa per tutti. Un’ora di luce in più per organizzare la resistenza domestica al Coronavirus. Un’ora in più per amare ed essere amati dalle uniche persone in (...)

continua la lettura

Emergenza Coronavirus

Buone notizie dall’Ospedale Moscati: il primo paziente a lasciare la Terapia Intensiva è un 61enne di Ariano

Era intubato dal 6 marzo scorso, oggi le sue condizioni sono stabili: in respiro spontaneo da questa mattina, è sveglio e collaborante. Si valuta il trasferimento in un un’altra Unità della struttura

Primo paziente affetto da Covid-19 estubato nell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino. Si tratta di un 61enne di Ariano Irpino, ricoverato in Terapia Intensiva (...)

continua la lettura

L’emergenza

Covid, i decessi superano quota 10mila. Dati in calo, ma è presto per tirare somme. Gli italiani donano oltre 61 mln di euro

Il capo della Protezione Civile, Borrelli dirama il suo primo bollettino dopo la convalescenza: Nelle ultime 24 ore sono guarite 1.434 persone, sono risultate positivi 3.651 tamponi, si sono registrati 889 decessi

Emergenza COVID-19, nella giornata di sabato 28 marzo 2020 la Protezione Civile Nazionale ha diffuso i seguenti dati. Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, dopo qualche giorno di convalescenza (...)

continua la lettura

L’emergenza

Covid19, salgono ancora i contagiati in Irpinia: nuovi 17 positivi, 210 il totale

L’Asl di Avellino comunica l’esito dei tamponi effettuati al Moscati: altri 8 positivi ad Ariano, 2 a Flumeri. Salgono i numeri anche a Gesualdo, Mirabella Eclano, Trevico e Villanova del Battista. Primi casi ad Altavilla Irpina, Sturno e San Mango sul Calore

L’ASL di Avellino comunica che sono risultati positivi al Covid-19 i tamponi effettuati dall’AORN “Moscati” di Avellino su 17 persone, di cui: - 8 nel Comune di Ariano Irpino, - 2 nel Comune di Flumeri, - 1 nel Comune di (...)

continua la lettura

Diario dell’emergenza

«Dalla cima del San Salvatore ho capito che ogni avversità si può trasformare in una nuova opportunità». Lucia, il ciclismo, la quarantena e il sogno di Tokyo 2021

Lucia Nobis, campionessa italiana di paraciclismo categoria WC3, atleta di Anmil Sport Italia, parte integrante del progetto Obiettivo 3 di Alex Zanardi, istruttrice di Spinning e Functional training, Psicologa dello Sport, divulgatrice social per chi è costretto in casa e, prossimamente, imprenditrice insieme ad Albino Moscariello con un progetto che è in rampa di lancio e guarda all’Irpinia e al cicloturismo allargato anche alle disabilità, ci spiega come scattare sui pedali dopo la quarantena

La storia di Lucia è fatta di sogni ed obiettivi, di brusche frenate e deviazioni inaspettate, di strade sterrate e di grandi risalite. Napoletana di nascita, avellinese di adozione, montellese per educazione sentimentale. E (...)

continua la lettura

Archivio