Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Città

La riflessione

Meglio un campo Coni a pagamento o un campo Coni bene comune?

Ci poniamo delle domande, partendo da alcuni presupposti: Avellino è in pre-dissesto per cui mettere a reddito una struttura sportiva significherebbe gravare meno sul bilancio, la manutenzione ha dei costi, c’è l’esigenza di regolare gli accessi per evitare danni e, magari, per responsabilizzare i cittadini. Oppure si potrebbe affermare che l’impianto è di tutti e la sua gestione si potrebbe basare su relazioni di fiducia e buon uso di quel bene: ogni cosa può essere distrutta, vandalizzata e chiusa se si guarda soltanto ai propri interessi. Diverso invece sarebbe partire dalla comunità, dalle sue necessità

L’Universiade – che partirà il prossimo 3 luglio – ha dato una decisa rinfrescata alle strutture comunali di Avellino, dal Pala Del Mauro, al Campo Coni, fino allo stadio Partenio-Lombardi ci sono stati consegnati impianti rinnovati ed è questa la conseguenza più importante del grande evento campano che restituisce alle comunità dei luoghi sportivi di cui bisognerà avere cura. E al centro della riflessione di oggi mettiamo proprio il Campo Coni, unico in città dotato di una pista di atletica, in cui si può correre, giocare a basket, a calcetto: insomma uno spazio polivalente adatto alla pratica di (...)

continua la lettura

L’intervista

«Il nostro progetto non è morto nelle urne, noi non molliamo. Decideremo insieme se aderire o meno al Pd, non per portare tessere ma metodo e visione»

Leonardo Festa, riferimento di punta di "Ossigeno", non ha dubbi: «Da questa sconfitta la benzina per proseguire e dare ulteriore prospettiva alla speranza che rappresentiamo. Potranno cambiare i protagonisti, le formule ma non il metodo. Questo grande patrimonio di competenze, di passioni e di storie non va disperso ma, anzi, rafforzato. A chi ci definisce elitari rispondo che chi, studiando e lavorando, riesce ad emergere non è un elitario ma è solo uno che ce l’ha fatta, che ha saputo inseguire i suoi sogni senza rubare nulla a nessuno e con sacrifici enormi. Vale per me ma vale per tutti coloro che con me hanno affrontato questa sfida»

Leonardo Festa, sono ormai trascorsi dieci giorni dal ballottaggio che ha visto prevalere, seppur d’un soffio, Gianluca Festa su Luca Cipriano. Non Le chiedo un’analisi del voto, ma parole di chiarezza sul futuro. A cominciare (...)

continua la lettura

L’incontro

Il Centro per l’Autismo è completato, il sindaco Festa ringrazia il Commissario Priolo e annuncia: «Sarà aperto ad ottobre»

In mattinata il tavolo in Prefettura con la conferma di un imminente protocollo tra Comune di Avellino, Asl e Regione Campania. Il Manager Morgante conferma anche la presenza del centro di neuropsichiatria ma conferma: «Sarà innanzitutto una struttura per i bambini autistici. L’intenzione è quella di portarlo a regime entro l’anno prossimo»

«Entro settembre, al massimo ottobre, aprirà il centro per l’Autismo di Valle»: ad annunciarlo è il neo sindaco di Avellino Gianluca Festa che in mattinata ha preso parte ad un incontro convocato presso Palazzo di Governo. E’ (...)

continua la lettura

L’intervista

«Siamo la prima forza ad Avellino, abbiamo il dovere della proposta. Ma Di Guglielmo si svegli e faccia chiarezza nel Pd»: Russo a tutto campo

Eletto in Assise sotto il simbolo del Partito Democratico, il consigliere comunale guarda all’azione di opposizione all’Amministrazione Festa: «Il nostro programma è ancora valido, cercheremo di segnare l’azione del governo cittadino». Il tema centrale, però, è il futuro del partito: «Il Segretario Provinciale soffre di "attendismo cronico", occorre un’iniziativa chiara dalla quale ripartire privilegiando chi ha sempre rispettato le regole»

Franco Russo, lei è uno dei due consiglieri eletti dal Partito Democratico in queste Amministrative. C’è un Pd che festeggia l’elezione di Festa, l’altro che si rammarica per la sconfitta di Cipriano… «Il Pd esiste ed è, forse, (...)

continua la lettura

3

Il fatto

Stadio, nel dare/avere col Comune c’è un gap di 200mila euro. L’ex presidente prova a chiudere la partita a zero: ecco come

L’ex numero uno della vecchia dirigenza Taccone, nel chiedere al Commissario Straordinario di risolvere la convenzione, ha "espresso la volontà di cedere al Comune gli arredi di proprietà compensando il valore economico con la differenza risultante dal Protocollo di Intesa dell’aprile 2017». Tra gli arredi ci sono il manto erboso sintetico, gli spogliatoi, il sistema di drenaggio del campo B e parte della video sorveglianza. Ai dirigenti del Comune il compito di stabilire la fattibilità dell’operazione

Come noto, tramite delibera 124, il Commissario Straordinario della città di Avellino, Giuseppe Priolo ha risolto la questione Stadio Partenio-Lombardi. Altro non ha fatto che interrompere la convenzione con il presidente (...)

continua la lettura

1

Archivio