Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Calcio

Il futuro dell’Avellino

Sempre appesi a un filo, anche se ora c’è Chiacchio

Il principe del foro ha accettato di accompagnare l’U.S. Avellino 1912 al Collegio di Garanzia e tentare nell’impresa di farlo riammettere nel campionato di Serie B. Per accettare un incarico così complesso vuol dire che l’avvocato nutre possibilità di vittoria. Entro stasera il deposito del ricorso, poi due giorni di passione e il 26 luglio la sentenza finale. Paradiso o inferno per l’Avellino? Staremo a vedere

A volte basta un comunicato stampa per riaccendere la speranza. Questo comunicato è arrivato nella tarda nottata di ieri e in un attimo gli animi dei tifosi biancoverdi hanno riacquistato quella fiducia che dopo il venerdì nero appena trascorso sembrava svanita. La battaglia contro l’esclusione della squadra irpina dal campionato di Serie B è ancora tutta da combattere nonostante una bocciatura della Co.Vi.So.C. e una della F.I.G.C. L’U.S. Avellino 1912, tramite i propri canali social, ha fatto sapere che «al termine di una riunione fiume svoltasi serata, dopo una lunga riflessione e pur (...)

continua la lettura

L’analisi

Appesi a un filo...

Impugnare il provvedimento che esclude l’Avellino dalla Serie B e gli apre le porte verso il fallimento è una tappa obbligata per la società che questa volta, però, deve individuare una strategia ben precisa onde evitare un’altra bocciatura. Entro lunedì 23 luglio il ricorso e sentenza prevista per giovedì 26 luglio nel giorno di Sant’Anna in cui la città si ritrova in piazza per l’alzata del Pannetto dell’Assunta. E’ il caso di dirlo: "Maronna mia, pensaci tu"

"Il presente provvedimento è impugnabile, innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI, nei termini e con le modalità previste dall’apposito Regolamento, emanato ai sensi dell’art. 54 del Codice di Giustizia (...)

continua la lettura

1

Il commento

Avellino, è nera. Più della mezzanotte...

Il 20 luglio 2018 sarà ricordato come il giorno più buio dell’U.S. Avellino 1912, gestione Walter Taccone: esclusi dal campionato di Serie B, tagliati fuori dalla Coppa Italia e ad un passo dal fallimento. Il comunicato della F.I.G.C. è fin troppo eloquente e solo un gol al 92’ come quello siglato da Paghera nell’amichevole contro la Roma può salvare la società. Al Collegio di Garanzia serve un principe del foro, ma se l’avvocato Chiacchio si tira indietro sarà ancora più dura

Esclusi dal campionato di Serie B, tagliati fuori dalla Coppa Italia e ad un passo dal fallimento. Il 20 luglio 2018 verrà ricordato come il giorno più nero dell’U.S. Avellino 1912, gestione Walter Taccone. Tutto quello che di (...)

continua la lettura

13

Il dopogara tra Roma e Avellino

«Bisognerà affrontare questo periodo da veri uomini, ma sono sicuro che tutto finirà tra una settimana»: la carica di mister Marcolini

Il tecnico biancoverde: «Ad oggi siamo una ’’X’’, ma ci auguriamo che tra una settimana ritorneremo l’Avellino. Nonostante tutto vogliamo diventare una squadra compatta, capace di dare fastidio a tutti»

Non è sicuramente un periodo felice quello che l’U.S Avellino 1912 si sta ritrovando ad affrontare, il caos iscrizione e fideiussione mette paura ai tifosi e alla dirigenza. Nonostante ciò mister Marcolini si è detto fiducioso (...)

continua la lettura

La nota

Società Onix Asigurari senza rating e seconda fideiussione fuori tempo massimo: ecco perché la Figc ha escluso l’Avellino dalla B

Le motivazioni depositate dal Commissario Roberto Fabbricini non danno adito ad altre interpretazioni. Il destino della società biancoverde è appeso al ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI

DI SEGUITO IL COMUNICATO COMPLETO DELLA FIGC: visto il Comunicato Ufficiale n. 49 del 24 maggio 2018; visto l’esito della istruttoria svolta dalla Co.Vi.So.C. sulla base della documentazione prodotta dalla società U.S. (...)

continua la lettura

Archivio