Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Basket

Il commento

La settimana perfetta

Varese, Le Mans, Reggio Emilia: tre squadre assetate di vittorie, tre squadre messe al tappeto dalla Vucinic band. La Sidigas supera a pieni voti i 7 giorni più lunghi di questa prima parte di stagione e guarda con fiducia alla ricorsa Final Eight e alla qualificazione alle Top 16 di Champions League. Ma guai a montarsi la testa o sentirsi già arrivati...

Quella di Reggio Emilia è la terza perla di una settimana che, per la Sidigas, ha rappresentato la prima vera svolta stagionale. Tre impegni lontano da Del Mauro, tra aerei da prendere, gare da giocare, fatiche da recuperare. Tre avversari diversi tra loro ma che vivevano momenti importanti: Varese, imbattuta in casa fino a domenica scorsa, cercava la vittoria di spessore; Le Mans, mai caduta tra le mura amiche in Champions League, quella per rilanciarsi nell’ottica della qualificazione alla Top 16; Reggio Emilia, segnata da infortuni e bizze, puntava sul bomber Ledo e sui nuovi arrivi dal (...)

continua la lettura

Il dopogara tra Grissin Bon e Scandone

«Ci siamo completamente persi Green, partita regalata»: Cagnardi non salva nulla

Il coach biancorosso: «Non siamo proprio scesi in campo. Surreale quanto accaduto dal terzo quarto in poi. Si giochicchiava per far scorrere il cronometro perché i giochi erano già fatti»

Una squadra irriconoscibile quella di coach Devis Cagnardi. La Grissin Bon Reggio Emilia, umiliata dalla Sidigas, è la brutta copia della squadra che due anni fa faceva del PalaBigi un fortino inespugnabile. Questo il commento (...)

continua la lettura

Il dopogara tra Grissin Bon e Scandone

«Vietato abbassare la guardia. Concentrati su Ventspils e poi Venezia»: Vucinic carico più che mai

Il coach biancoverde: «L’esordio sprint ci ha permesso di aggiudicarci un sostanzioso vantaggio che ci siamo tenuti fino alla fine. Costello? Lo valutiamo in settimana»

La miglior Sidigas Avellino contro la peggiore Grissin Bon Reggio Emilia. Per gli uomini di Nenad Vucinic, quella del PalaBigi è stata quasi una partita di allenamento. Al di là dei demeriti dei biancorossi, la squadra irpina (...)

continua la lettura

In diretta dal "PalaBigi"

La Sidigas umilia Reggio Emilia e si prende il terzo posto: al PalaBigi non c’è mai stata storia

Avellino ha spaccato irreversibilmente il match dopo i primi 5 minuti di gioco, la Grissin Bon ha perso subito le sue (poche) certezze: così i lupi hanno conquistato due punti importantissimi in ottica Final Eight, segnando la quarta vittoria consecutiva in campionato (settima nelle ultime otto giocate tra campionato e coppa). Mattatori del dolcissimo pomeriggio emiliano sono i top player a disposizione di Nenad Vucinic, ovvero Green, Nichols e Cole. Termina 75-91

Non c’è mai stata partita al PalaBigi. Avellino ha spaccato irreversibilmente il match dopo i primi 5 minuti di gioco, Reggio Emilia ha perso subito le sue (poche) certezze: così i lupi hanno conquistato due punti (...)

continua la lettura

1

Il pre-gara

Alla ricerca del Poker

Reggio Emilia, dopo gli ingaggi di Aguilar ed Ortner, cerca la svolta e due punti che fanno morale; la Sidigas cerca di piazzare la quarta vittoria di fila in campionato per trovare il ritmo Final Eight. Al PalaBigi va in scena una sfida cruciale per il campionato di emiliani ed irpini

Così lontana la doppia sconfitta che ha segnato un inizio in sordina, così vicino il poker di vittorie in campionato: la Sidigas, dopo aver riconquistato la vetta della classifica del Girone A di Champions League, punta a (...)

continua la lettura

Archivio