Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il commento

Una candidatura intelligente

Elvira Matarazzo rappresenta il volto pulito di un Pd diverso

C’è una candidatura, tra le tante in campo per queste primarie Pd, sulla quale vale la pena ragionare. Ci riferiamo a quella di Elvira Matarazzo. Si tratta, dal nostro punto di vista, di una candidatura molto intelligente. E vi spieghiamo perché.

Cominciamo col dire che Elvira Matarazzo parla un italiano corretto, non necessita della politica per sopravvivere, è un’affermata professionista ed è, cosa non banale, una signora. Ciò detto, Elvira Matarazzo ha una sua chiara connotazione politica all’interno dello scacchiere democratico provinciale ed è su questo che vogliamo puntare la nostra attenzione.

È la candidata dell’area Letta ma non solo. È soprattutto la candidata del capoluogo ma è anche un nome capace di aggregare nell’area vasta e nei territori. Elvira Matarazzo, inoltre, è una personalità attorno alla quale ruotano sia le più valide energie dell’universo di estrazione popolare interne al Pd, sia quelle personalità, provenienti dal mondo delle professioni, capaci di rappresentare l’eccellenza delle classi dirigenti diffuse soprattutto nel capoluogo.

Ed è proprio il capoluogo, in fin dei conti, l’orizzonte intimo di questa candidatura. Elvira Matarazzo, ne siamo certi, in città raccoglierà un consenso largo con il quale, chiusa questa partita, si dovrà necessariamente fare i conti. Affronterà questa sfida puntando ad un exploit ma, al di là di quel che avverrà, una sua affermazione di peso in città potrà determinare le condizioni per l’apertura di una fase di autentico rinnovamento in vista delle amministrative. Un rinnovamento non all’insegna della carta d’identità ma dell’etica.

Elvira Matarazzo, è vero, ha gestito per circa un anno l’assessorato all’urbanistica al Comune di Avellino nella seconda giunta Galasso. Ma, Elvira Matarazzo, è anche quella che si è volontariamente dimessa da assessore provando in quel modo a restituire serenità allo scellerato gruppo consiliare del Pd, senza nascondere il disgusto per ciò che aveva subito nel corso di quei mesi. Ovviamente non riuscì nell’intento ma con quel gesto segnò una siderale distanza da quel modo di concepire la politica e la rappresentanza istituzionale. Ci sembra un buon punto di partenza.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Comment

Vincenzo Rossi scrive:

La rappresentanza dei cittadini deve essere affidata a persone che hanno dimostrato di possedere i requisiti fondamentali per tutelare gli interessi del Paese: onesta’, competenza e cultura professionale. Elvira Matarazzo corrisponde pienamente a questo profilo

Comment

Steve mc Queen scrive:

Finalmente una persona perbene