Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La conferenza stampa

TotaLife presenta "Amori senza Confini": la beneficenza festeggia al Gesualdo

Il 16 aprile al Teatro Carlo Gesualdo si celebra un grande successo della Onlus. Roberto Godas: «Firmato l’accordo con il Segretario Generale della Croce Rossa per la dotazione di un ospedale mobile a disposizione dei volontari del Kenya»

Si è appena conclusa la conferenza stampa di presentazione della serata promossa dal TotaLife “Amori Senza Confini” presso la sala multimediale dell’Ospedale “Moscati” di Avellino, alla quale hanno preso parte il Dottor Roberto Godas, fondatore della Onlus, il Direttore dell’Ospedale "Moscati" Giuseppe Rosato, il Dottor Giovanni De Chiara, il Dottor Angelo Frieri ed il Dottor Cesare Gridelli.

Roberto Godas ha presentato l’iniziativa: «Siamo qui felici di informarvi che il giorno 16 aprile al Teatro Carlo Gesualdo verrà presentata la serata “Amori senza Confini” durante la quale si terrà la premiazione della borsa di studio per gli studenti con la partecipazione di Luca Abete e il gruppo musicale "Effetti Collaterali". Un grande successo al quale hanno partecipato molti studenti. 250 studenti per 12 istituti. Dorotea Virtuso ha donato un suo quadro alla nostra Associazione che verrà messo all’asta e il ricavato verrà dato in beneficenza. I premi sono stati una vacanza studio e un abbonamento per un anno alla piscina. TotaLife torna al Teatro ad Avellino dopo due anni. Anni in cui ci siamo misurati con le nostre possibilità. Abbiamo concluso il progetto di una clinica mobile affidata alla Croce Rossa del Kenya. Abbiamo preferito accertarci prima che quello che realizziamo venga effettivamente utilizzato. La Croce Rossa è un’organizzazione molto precisa e organizzata sul territorio. Sono capaci di farsi ascoltare sul territorio. Abbiamo regolamentato l’8 marzo la consegna di questo mezzo: non è sufficiente dare le cose ma è necessario accertarsi che gli strumenti vengano utilizzati, abbiamo previsto corsi di formazione per dei clinical offers».

Il Direttore del Moscati, Giuseppe Rosato ha annunciato: «Non è la prima volta che promuoviamo questi incontri. E’ importante trovare una corrispondenza tra quanto investito e quanto raccolto. Bisogna risolvere gli investimenti in un risultato reale. Il discorso dell’ospedale mobile è importante in quel tipo di contesto; E’ importante poter dare almeno una prima diagnosi, in questa logica l’ospedale mobile determina una risposta immediata con persone esperte. L’azienda Moscati sarà sempre al vostro fianco».

Angelo Frieri ha sottolineato l’appoggio della struttura ospedaliera alle iniziative: «TotalLife ha due punti di forza: il Presidente che si spende in prima persona per questa attività, e i giovani che sono una parte fondamentale di questa organizzazione. Su questi presupposti possiamo andare avanti bene. Proveremo a fare un evento anche il Alta Irpinia dove c’è tanta gente che vuole fare solidarietà.

La parola è passata poi al Dottor Cesare Gridelli, uno dei partecipanti di “Effetti Collaterali”, il gruppo di medici che si esibirà musicalmente durante la serata del 16 : «Saremo accompagnati da maestri della musica, dal San Carlo di Napoli, dalla scuola Cenusa di Salerno e dal Conservatorio di Avellino».

Ha chiuso il Dottor De Chiara: «Noi facciamo musica italiana, facciamo tanti cantautori, De Gregori, De André, la musica nostra, quella che ci appartiene, musica da cantare insieme e ci sono tre inediti pezzi nostri. Il filo conduttore sarà il tema di questo “amore senza confini”, in tutti i sensi: una su tutte “Bocca di Rosa”».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.