Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il pregara

Testa bassa e umiltà, Avellino a Picerno per continuare a crescere

Acciacchi vari nella truppa di mister Ignoffo che contro i ragazzi di Giacomarro proverà a mandare in campo la miglior formazione possibile. Lupi in Basilicata per continuare il percorso di crescita e fare bella figura di fronte a 500 supporters. Squadre in campo alle 17:30

E’ un Avellino in emergenza quello che scenderà in campo allo stadio "A. Viviani" di Potenza contro il Picerno per la quarta giornata di campionato di Lega Pro. La partenza tardiva e una preparazione che ha costretto i calciatori biancoverdi a bruciare le tappe comincia a farsi sentire. Mister Giovanni Ignoffo deve fare i conti con gli acciacchi e non può permettersi il lusso di rischiare nessuno. Soprattutto in questo momento.

Testa bassa e umiltà, con queste prerogative la squadra biancoverde raggiungerà la Basilicata provando a fornire una nuova prova generosa come quelle offerte contro Vibonese e Teramo. Non sarà facile visto che di fronte c’è una squadra che in queste prime tre uscite ha sopreso un po’ tutto il girone con due vittorie e un pari. Gli uomini di Domenico Giacomarro, di fronte al proprio pubblico, proveranno a fare bottino pieno. E poi il Picerno ha anche un conto in sospeso con i Lupi che risale alla recente Poule Scudetto.

Mister Ignoffo, in sala stampa ha fatto un po’ di pretattica. Stando alle sue parole, l’Avellino dovrebbe scendere in campo con un 5-4-1. Tra i pali ci sarà ancora una volta Abibi. In difesa spazio a Celjak, Illanes, Morero che resta da valutare, Zullo e Parisi. A centrocampo tocca a Micovschi, Di Paolantonio, Rossetti, De Marco. In attacco unica punta, Albadoro. Questa una formazione indicativa che potrebbe tranquillamente essere cambiata dal tecnico.

Non si cerca a tutti i costi la vittoria che sia chiaro sarebbe sempre ben accetta, l’Avellino va a casa del Picerno con in testa la voglia di continuare il percorso di crescita che l’accompagnerà allo stato di forma ideale per potersi giocare alla pari con le altre le chance salvezza. Si cercherà chiaramente di non sfigurare di fronte ad una neo promossa e di sudare la maglia di fronte a cinquecento supporters che, come al solito, non faranno mancare il proprio supporto.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.