Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La denuncia

Tesseramento Pd, esplode il caso Lioni. Salzarulo: «Tessere sparite, magari qualcuno mi chiamerà da Nusco»

Le tessere destinate al circolo democratico del paese altirpino, Patria del Presidente D’Amelio, sarebbero sparite, ovvero sarebbero state ritirate in tutta fretta non si comprende da chi. La denuncia arriva direttamente dall’ex sindaco: «Qualche faccendiere di contrada è stato inviato a via Tagliamento con il compito ben preciso e lo ha portato a compimento»

Nemmeno il tempo di definire le regole e di aprire ufficialmente la campagna di tesseramento che in casa Pd esplode il caso Lioni. Le tessere destinate al circolo democratico del paese altirpino, Patria del Presidente D’Amelio, sarebbero sparite, ovvero sarebbero state ritirate in tutta fretta non si comprende da chi. La denuncia arriva direttamente dall’ex sindaco democratico Rodolfo Salzarulo: «Mentre si teneva la riunione con i rappresentati dei sindaci, qualcuno ha portato via le tessere, sia quelle da rinnovare, 260, che il venti per cento di nuove messe a disposizione per il momento. A quanto pare un tale si è presentato affermando di essere il tesoriere del partito».

Quindi, l’affondo chiaramente diretto proprio al Presidente D’Amelio: «Ricordo a tutti che a Lioni il congresso non si tiene dal lontano 2007, non esistono organismi legittimati. Qualche faccendiere di contrada è stato inviato a via Tagliamento con il compito ben preciso e lo ha portato a compimento. Non vorrei che fra qualche giorno qualcuno mi chiami da Nusco per invitarmi a ritirare la tessera. Se queste sono le logiche del tesseramento allora ci stiamo avvicinando ad un congresso del tutto inutile».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Comment

pietro scrive:

Ieri mattina tutti gli avvoltoi prima che la segreteria aprisse erano già pronti davanti alla porta !
Che dire ognuno cerca di coltivare il proprio orto, senza rendersi conto che il partito in irpinia è scomparso, divorato da un dinosauro di lungo corso politico, con la semplice tattica di mettere l’ uno contro l’ altro.
Si potrebbe capire se il dinosauro avesse il 30 % e il PD 0, 1 % allora si cerca di aggrapparsi in una speranza di crescita, ma qua è l’ esatto contrario, hanno rimesso in vita il dinosauro per farsi mangiare ! Che dire se non pensare che in irpinia esiste un direttorio del PD composto da strateghi del fallimento !!!!