Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Summonte in uno dei "borghi più belli d’Italia" nasce anche il Distretto Turistico Partenio

Grandissima partecipazione a Summonte per la cerimonia ufficiale di consegna de I borghi più belli d’Italia. Centinaia di persone hanno affollato il Centro Congressi Don Alberto De Simone. Tantissime le autorità presenti. Il prefetto di Avellino Maria Tirone, il Comandante dei Carabinieri Cagnazzo con il suo vice, l’Abate di Montevergine Dom Riccardo Luca Guariglia, Padre Andrea Davide Cardin , il dott. Antonio Coppola e tantissimi sindaci ed amministratori.

A fare da padrone di casa il primo cittadino di Summonte dott. Pasquale Giuditta il quale emozionato ha ricevuto la bandiera de I borghi più belli d’Italia.
Doppio riconoscimento quindi oggi per Summonte. Oltre alla bandiera il Sindaco di Summonte (Av) in qualità di presidente del Distretto Turistico Partenio ha comunicato l’emissione del Decreto da parte del Ministero dei Beni Culturali.

DICHIARAZIONE GIUDITTA
«Il riconoscimento del nostro paese tra i “Borghi più belli d’Italia” rappresenta per noi un motivo di grande orgoglio. – ha spiegato il Sindaco Pasquale Giuditta - E’ un risultato che premia l’impegno strategico che abbiamo messo in campo in questi anni vede Summonte proiettato in una nuova dimensione di valorizzazione socio-economica e turistico ambientale. Il coinvolgimento delle attività produttive e dell’intera comunità di Summonte in questo prestigioso traguardo è fondamentale. Si tratta di un segno identitario del nostro Comune che da domani 13 gennaio 2018, con la consegna ufficiale della Bandiera, entrerà a pieno titolo tra “I borghi più belli d’Italia”. – conclude il Sindaco di Summonte Pasquale Giuditta - Questo è solo l’inizio! Il lavoro sinergico tra istituzioni e commercianti è fondamentale al fine di innescare un sano e proficuo processo di sviluppo turistico. Vi comunico inoltre che il Ministro Franceschini ha firmato il decreto di Istituzione del Distretto Turistico Partenio che da oggi può operare a pieno titolo».

DICHIARAZIONE FELICORI
«La Reggia di Caserta intende attivare e promuovere una rete turistica in ambito regionale che comprenda anche località solitamente non inserite nei principali itinerari di visita, - ha dichiarato il Direttore della Reggia di Caserta dott. Mauro Felicori - ma che per il loro interesse dal punto di vista culturale, artistico e paesaggistico meritano di essere conosciute e valorizzate. Accogliamo con soddisfazione e entusiasmo l’iscrizione di Summonte nella lista dei Borghi più bell’Italia».

DICHIARAZIONE SOTTOSEGRETARIO DORINA BIANCHI
«Un riconoscimento importante per Summonte che entra nella rete d I Borghi più belli d’Italia. Un successo meritato e significativo. Inizia un percorso importante per questo borgo dell’Irpinia che a pieno titolo conquista a pieno titolo con il suo ricco e prestigioso territorio dal punto di vista culturale, storico, naturalistico ed enogastronomico – ha spiegato il sottosegretario ai Beni Culturali Dorina Bianchi – L’importanza dell’enogastronomia è fondamentale per i borghi e il 2018 sarà proprio l’anno dedicato al cibo. Sono numerose le potenzialità di Summonte che possono avere importanti ricadute dal punto di vista economico. Il buon lavoro del Sindaco Giuditta è stato premiato»”.

Di grande rilievo l’intervento del presidente del Consiglio Regionale della Campania On. Rosetta D’Amelio: «Un grande riconoscimento per Summonte e per Pasquale Giuditta - ha spiegato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania – La rete degli amministratori locali può essere la risposta del terzo millennio. Dobbiamo porre l’attenzione sui giovani e sui finanziamenti ad essi dedicati come i Psr e i fondi destinati ai ragazzi over 35. Il nostro obiettivo è sviluppare e fare rete. Abbiamo tutte le carte in regola e poassimnao farlo».

EVENTO
La consegna ufficiale della bandiera Summonte rientra nella rete de “I Borghi più Belli d’Italia”. Sarà l’occasione per fare un consuntivo l’incontro di sabato 13 gennaio dopo l’ “Anno dei Borghi”. La giornata di lavoro comincerà alle ore 16 con la consegna ufficiale della Bandiera de I Borghi più belli d’Italia. Il Sindaco di Summonte dott. Pasquale Giuditta farà da padrone di casa ed introdurrà i lavori. Spazio quindi all’intervento del Presidente Fiorello Primi il quale illustrerà nel dettaglio i risultati raggiunti nel 2017. Il 2017 è stato infatti un anno dedicato ai Borghi in linea con quanto previsto dal Piano Strategico del Turismo 2017/2020. La valorizzazione del patrimonio naturalistico, umano, culturale e artistico dei borghi più belli. Interverrà Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo. Dati e buone pratiche che confermano quanto i Borghi siano una realtà determinante per il sistema turistico italiano e quanto contribuiscano allo sviluppo economico ed occupazionale del Paese. Rinnovamento ed ampliamento dell’offerta turistica, valorizzazione di nuove esperienze di viaggio più sostenibili ed autentiche e creazione di nuove occupazione.

Significativo sarà anche l’intervento del Prefetto di Bologna, S.E. Matteo Piantedosi di origini irpine e gli interventi dei Sindaci della rete de “I Borghi più belli d’Italia”. In rappresentanza della Regione Campania ci sarà il Presidente del Consiglio Regionale On.Rosetta D’Amelio. Fondamentale la presenza dei sindaci del territorio che hanno particolarmente apprezzato il protocollo d’intesa siglato dal Comune di Summonte con la Reggia di Caserta per promuovere l’offerta turistica attraverso la valorizzazione delle proprie peculiari caratteristiche paesaggistiche, ambientali, etnografiche, artistiche, archeologiche, monumentali, storiche e religiose, favorire un’ottica di destagionalizzazione; promuovere l’incoming anche generando permanenti circuiti tematici; partecipare alle iniziative che rafforzino la conoscenza della Campania sul mercato turistico italiano ed estero ed elaborare offerte integrate volte a favorire la conoscenza e la valorizzazione delle risorse inutilizzate o sottoutilizzate del sistema dell’entroterra campano. La giornata proseguirà con il concerto nella Chiesa Madre San Nicola di Bari con l’esibizione dell’Italian Brass Band in collaborazione con l’Associazione I Senzatempo. La giornata si concluderà con una degustazione di specialità locali. Previste anche visite guidate al borgo, al museo civico e al Complesso castellare.

SUMMONTE, UN BORGO TRA STORIA, CULTURA, AMBIENTE ED ENO-GASTRONOMIA
Summonte, il luogo che nell’antichità fu scelto dai Normanni come insediamento per l’ottimale posizione che offriva una straordinaria veduta del vasto territorio circostante, oggi è Summonte, il borgo caratterizzato dalla spettacolare Torre Angioina da dove è possibile apprezzare la vasta veduta del Parco Regionale del Partenio e del circondario ed è anche un punto di vista unico del Santuario di Montevergine ed addirittura del Golfo di Napoli. Un luogo in cui è possibile apprezzare come la natura e l’evoluzione tecnologica si sono sviluppate in armonia, senza stravolgimenti, nell’ottica della valorizzazione delle risorse naturalistiche e della conservazione delle preziose antiche vestigia. Vi accoglierà una comunità che affonda le sue radici nell’agricoltura, nella zootecnia e nell’artigianato e che sta ampliando il proprio modello di business, credendo ed investendo in forme di turismo sostenibile, all’insegna della promozione, della tradizione, della storia, della cultura, dell’enogastronomia e dell’incontaminato ambiente.

Diventare membro dei Borghi più belli d’Italia rappresenta certamente un’ottima opportunità, ma è per noi soprattutto una notevole responsabilità nel proseguire questo percorso dicotomico di sviluppo e conservazione, di progresso e valorizzazione di risorse naturali. Arrivare a Summonte, nel verde Partenio, a 750 m.s.l.m., significa non solo scoprire le suggestioni del centro storico e del percorso ambientale, ma anche dissetarsi direttamente alle fonti d’acqua sorgiva purissima, percorrere incantevoli sentieri di trekking, rigenerarsi sostando in caratteristici rifugi montani, vivere spensierate serate lasciandosi trasportare dal folklore e dalle sonorità durante i festival musicali e le sagre tradizionali, assaporare prodotti locali. Rappresentare un territorio come il Partenio, a pochi passi da Napoli, dalla Reggia di Caserta (con cui è stato definito un importante Protocollo d’Intesa) e dalle Costiere Sorrentina e Amalfitana, significa anche assumersi la responsabilità di un progetto di sviluppo complessivo, che passa per la difesa dell’habitat, per la sua valorizzazione, per il rispetto di chi ci abita, proponendo azioni di rilancio socio-economico fondate su ambiente, cultura e turismo: vere leve per la crescita. E’ un passo importante rappresentare questa parte meno conosciuta del Sud nell’ambito della rete dei Borghi più belli, e questo riconoscimento è anche una garanzia per coloro che verranno a trovarci. Venite a Summonte per apprezzare le nostre ricchezze: arte, cultura e paesaggio.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.