Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La conferenza

«Stringiamo i denti fino a dicembre, poi penseremo alla scalata»: mister Graziani carico per la Vis Artena

Il tecnico biancoverde: «Gerbaudo è totalmente recuperato, Sforzini e Di Paolantonio restano ancora indisponibili. Pensiamo a noi e al nostro obiettivo principale puntando tutto sulla semplicità che ci ha sempre contraddistinto»

Ormai è un dato di fatto: questo Avellino, tra le mura amiche, è costretto a vincere. I ragazzi di mister Archimede Graziani, dopo l’ennesima prestazione da dimenticare in terra laziale, devono ad ogni costo portare a casa i tre punti nel match contro la Vis Artena . Ecco le dichiarazioni del trainer carrarese in occasione della conferenza stampa pre-gara.

DI SEGUITO LE DICHIARAZIONI DI MISTER ARCHIMEDE GRAZIANI - «Dobbiamo esser concentrati nel fare la nostra partita e di cercare nel migliore dei modi possibili. Non penso al discorso delle coscienze, ma penso che tutti noi ci stiamo mettendo impegno. L’umore di tutti noi è nel puntare sempre al massimo. A volte ci riesce, altre meno».

LA CLASSIFICA - «Sicuramente qualcosina nel nostro cammino fino ad ora l’abbiamo lasciato. I punti non li posso quantificare, ma la nostra idea era di stare li in alto. Non so se noi, nel primo periodo, eravamo pronti a stare in alto, poi ad un certo punto abbiamo abbassato l’andamento. Le altre stanno procedendo normalmente. Pensiamo a noi, e al nostro obbiettivo principale, per poi portare le modifiche con il mercato e poi penseremo a scalare la classifica e a riprenderci quello che è nostro».

LE PREOCCUPAZIONI- «Pensare che l’Avellino possa tenere fino a dicembre è sempre stato un obiettivo primario. Più delle volte sono stato criticato perché ho parlato di errori individuali. Ogni settimana rivediamo le partite, le analizziamo, e abbiamo notato che tutti i gol subiti sono stati scaturiti da errori personali. In termini calcistici, questi sono errori personali. È vero che noi dobbiamo crescere come reparto, ma al tempo stesso dobbiamo crescere nei vari aspetti dei miei calciatori. Io sprono i miei ragazzi, non li critico, anzi, molto spesso li difendo».

LE COLPE - «Io tutti i gironi sbaglio e non ho problemi a dirlo. Mi analizzo quotidianamente e cerco di migliorarmi, sopratutto insieme al mio staff. Penso che anch’io debba rivedere un po di cose che sono state fatte, ma la mia idea iniziale era di cercare di aiutare un gruppo nuovo con della semplicità. Il nostro parametro non è l’esperienza degli over, ma io devo fare delle esercitazioni semplici perché la maggior parte del gruppo deve partire da li. Quello che faccio lo faccio perché li vedo tutti i gironi e quindi so la loro condizione fisica e mentale».

LE PORTE CHIUSE - «In questi due giorni di allenamenti a porte chiuse ho visto che sapete già tutto. Non c’è un cambiamento, ma c’è una possibilità di iniziare la partita in un modo e di continua in un altra.».

LE CONDIZIONI DEL GRUPPO - «Gerbaudo è recuperato, me l’hanno consegnato nell’allenamento di ieri. Sfrozini è ancora sotto la visione dei dottori e quindi non è della partita. Di Paolantonio necessita di un periodo di lavoro, sulle tempistiche decide il professore. Spero sia un tempo giusto per poterci lavorare sopra, perché il ragazzo ha qualità che possono servirci. Al tempo stesso sono contento di portarmi dietro due giovani come Cuomo e Pisano. Mithra e mikhaylovskiy restano a casa per scelta miia».

GLI UNDER - «Ad Avellino abbiamo preso calciatori in maniera adeguata e che soprattutto possano fare al caso dell’Avellino. Qui avete visto un altro tipo di calcio. In Serie B, uno stop sbagliato va criticato, tra i dilettanti è la normalità. Il calciatore di Serie B però le critiche se le fa scivolare addosso, mentre al calciatore di Serie D si va a creare un problema mentale».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.