Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La conferenza

«Ruvo, neopromossa che merita rispetto. Ma andiamo lì per giocarcela»: De Gennaro vuole un extra sforzo alla sua Scandone

Il coach biancoverde: «Siamo nella stessa fascia e speriamo di non commettere gli errori delle precedenti partita. L’infermeria ospita due atleti, ma noi dobbiamo pensare solo a far bene sul parquet. Non penso a quanti punti ci servono, penso solo che dobbiamo vincere quante più partite è possibile consapevoli che la nostra salvezza passa per il Paladelmauro»

Il calendario non ha pietà e, dopo il turno infrasettimanale di mercoledì sera, manda in campo la Scandone Avellino nell’anticipo della quinta giornata di campionato. Gli uomini di coach Gianluca De Gennaro andranno a far visita alla Tecno Switch Ruvo di Puglia. Il tecnico biancoverde ha presentato la gara.

DI SEGUITO LE DICHIARAZIONI DI COACH GIANLUCA DE GENNARO - «Incontriamo una squadra della nostra fascia, una neo promossa che ha vinto una sola partita proprio come noi. E’ una squadra costruita con un roster di qualità. Ha Laquintana nel proprio organico che è uno dei migliori giocatori del campionato. Oltre a lui mi preoccupa l’esperienza di tanti altri giocatori che sanno il fatto loro».

IL MOMENTO DELLA SCANDONE - «Per quanto ci riguarda, abbiamo l’infermeria piena. De Leo e Mengue hanno accusato dei colpi e solo nell’immediato sapremo se giocheranno o meno. Dopo aver affrontato le top del campionato, incontreremo squadre della nostra fascia. Ruvo è una di quelle e noi ci giocheremo la nostra partita, provando a mettere la nostra difesa in campo sperando che le nostre mani siano più precise. La squadra comincia a capire il valore della nostra squadra e di chi si affronta. Arriveremo al match con la concentrazione giusta».

IL RITORNO SUL MERCATO - «Si lavora tantissimo per risolvere i problemi. L’attuale società si sta impegnando per fare in modo che il mercato si possa riaprire. Ora bisogna vedere chi è disponibile. Ci sono giocatori messi in stand by che probabilmente si sono accasati. Restiamo vigili e ringraziamo la società che si è impegnata. Se c’è qualcuno che possa fare al caso nostro lo valuteremo. Ma al di là di questo ho una squadra che può crescere e può fare bene».

COME STA LA SQUADRA DOPO DUE SCONFITTE CONSECUTIVE - «La squadra ne è uscita bene. Dopo la sconfitta pesante di Palestrina e dopo la partita di Salerno con cui ce la siamo giocata, la squadra ha capito che oltre la grinta ed il cuore bisogna essere più furbi, più maliziosi e più concentrati. Bisogna avere una solidità costante e provare a limitare gli errori. Solo il lavoro ci potrà ripagare di questo sforzo».

QUANTI PUNTI SI CONTA DI FARE NEL GIRONE D’ANDATA - «Non ho fatto calcoli rispetto ai punti che si possono mettere in cascina nel girone d’andata. Non mi sembra corretto nei confronti della squadra e della tifoseria. Io penso a vincere quante più partite è possibile, ma sono consapevole di incontrare squadre che hanno un passo in più rispetto a noi. Non sarà facilissimo. Dalle prossime tre partite, una fuori e due interne, mi auguro di prendermi quanti più punti è possibile. Dobbiamo approfittare del doppio turno interno contando anche sul supporto dei nostri tifosi. La salvezza passa per il Paladelmauro».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.