Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il dopogara tra Catania e Avellino

«Rammaricato per il risultato e l’espulsione di Parisi. Testa al Picerno»: l’analisi di Zullo

Il difensore biancoverde: «Nel primo tempo ha meritato il Catania, ma nel secondo abbiamo avuto le nostre occasioni. Forse ci è mancata un po’ di fortuna e freddezza sotto porta. Chi pensava fossimo già salvi si sbagliava di grosso»

Dopo mister Capuano è toccato all’autore del momentaneo vantaggio biancoverde, Walter Zullo fare il punto della situazione dopo il secondo ko consecutivo del 2020 dei lupi. Queste le dichiarazioni che il difensore biancoverde ha rilasciato ai colleghi di ottochannel.tv.

DI SEGUITO LE DICHIARAZIONI DI WALTER ZULLO - «Non entro nel merito delle decisioni arbitrali ma mi sento di dire che forse è stata calcata troppo la mano sull’espulsione di Parisi. Credo sempre nella buona fede della terna arbitrale ma dispiace perdere così. Nel primo tempo ha meritato il Catania, ma nel secondo abbiamo avuto le nostre occasioni. Il pareggio a fine primo tempo ci ha destabilizzato ma poi siamo stati bravi a riorganizzarci.Il tre a uno è un risultato troppo severo. Siamo già con la testa a Picerno, che è uno scontro diretto».

LE PROTESTE DOPO IL CALCIO DI RIGORE - «Avevamo visto qualche calciatore varcare l’area di rigore prima del tiro di Sarno. Non mi piace parlare delle scelte arbitrali, ma resta il rammarico per l’espulsione di Parisi».

IL MOMENTO - «Chi pensava fossimo già salvi si sbagliava di grosso. Conosciamo le nostre problematiche e sappiamo che la strada è ancora lunga. Non cerchiamo alibi e non cominceremo adesso. Da domani inizieremo a lavorare in vista nel match contro il Picerno».

Leggi anche L’Avellino regge, Morero regala e il Catania ringrazia: passivo amaro per i lupi

Leggi anche «Rigore inesistente ma stiamo perdendo tempo. Serve un attaccante»: furia Capuano

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.