Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Diario dell’Emergenza

Radio MontAllino è on air. Il podcast che ci fa sentire meno soli in quarantena

Sulla piattaforma Spreaker, 25 scout dei clan di Monteforte Irpino ed Avellino3 sbarcano con la radio che ci aiuta a pensare, cantare, leggere, ascoltare e ricordare rimanendo responsabilmente a casa. Tre appuntamenti settimanali, alle ore 12, per ritrovarci ancora comunità, nonostante le restrizioni doverose per arginare il Coronavirus

Sono Vincenzo, Agnese, Alfonso, Benedetta, Carmine, Chiara C., Chiara P., Danilo, Davide, Estella, Marco, Nicole, Salvatore, Vincenzo, Alessandro, Pasquale, Angelo, Lorenzo B., Francesca, Lorenzo C., Giuseppe G., sono coordinati dagli educatori Giovanna, Giuseppe, Serena, Simone e Sandro e sono tutti on hair il martedì, il giovedì e il sabato alle 12 con Radio MontAllino, una nuova esperienza broadcast fatta da ragazzi per ragazzi, per affrontare insieme questa quarantena forzata che ci costringe da tre settimane in casa.

Loro fanno parte dei due gruppi scout di Monteforte e Avellino 3 e dal 24 marzo sono sbarcati sulla piattaforma Spreaker - raggiungibile comodamente da qui - per intrattenere centinaia di ragazzi che hanno dovuto rinunciare alla loro normale socialità per essere responsabili, per evitare che il maledetto Coronavirus si propaghi e per aiutare nel loro piccolo la comunità irpina che sta affrontando l’emergenza.

Un format nato per necessità ma anche per sopperire all’impossibilità di stare insieme, all’aperto, di fare attività sul territorio, di incontrarsi e confrontarsi. Poco più di 40 minuti. Non ci sono limiti di tempo. Non ci sono vincoli di orario o di programmazione. Radio MontAllino è un momento di socializzazione a distanza che non è un esperimento, ma una pratica che in poche registrazioni si è consolidata fino a toccare già 500 ascolti unici nell’ultima puntata che ha visto come ospite sua eccellenza il Vescovo della Diocesi di Avellino Monsignor Arturo Aiello.

«Attraverso i suoi consigli, abbiamo provato a dare un nome alle paure che albergano in ognuno di noi, prima che diventino angosce – ci racconta Sandro Montefusco uno dei 5 coordinatori del progetto – Con la nascita di Radio MontAllino siamo riusciti a catalizzare le energie e le pulsioni di 25 ragazzi che si sentono coinvolti ed entusiasti. Per tre volte a settimana mettiamo in streaming una trasmissione dove i ragazzi intervistano persone, assecondando le proprie passioni che possono spaziare dall’archeologia, alla musica, alle serie tv».

L’incontro avviene ovviamente su un’altra piattaforma come quella di Skype dove in videoconferenza i giovani Scout di Monteforte e Avellino 3 si confrontano tra di loro e alla presenza dei loro ospiti.

Tra i primi ad andare in onda c’è stato proprio il Vescovo di Avellino Arturo Aiello che grazie a Don Ovidio, vice parroco di Monteforte che ha coordinato e organizzato la chiamata dal momento che il monsignore non è notoriamente un amante delle nuove tecnologie, si è collegato con i ragazzi in video conferenza manifestando ancora una volta la sua grande attenzione verso i giovani e le relazioni con i gruppi che operano sul territorio.

In quell’occasione sua eccellenza ha risposto alle domande di Salvatore, maturando del Liceo Scientifico che ha chiesto consigli per affrontare le paure rispetto al percorso scolastico che proprio quest’anno si concluderà con l’esame di Stato. Il vescovo ha detto che non bisogna permettere alle paure di trasformarsi in angosce, ma è necessario dare un nome a tutte lore, razionalizzarle e condividerle con le persone che ci circondano. Solo così si possono guardare in faccia le paure in maniera consapevole e si può sconfiggerle.

A Benedetta, all’ultimo anno del Liceo Classico, sua eccellenza ha invece indicato dove volgere lo sguardo per recuperare speranza e forza, sottolineando che la fede può aiutare, però, è importante guardare in sé stessi e cercare all’interno della propria ricchezze quella forza che permette ad ognuno di noi di superare le difficoltà.

Dopo l’iniziale momento adrenalinico che ha caratterizzato le prime settimane di quarantena arriverà la vera e propria emergenza. Sarà in quel momento che ognuno dovrà fare la propria parte rispetto a chi è rimasto indietro. E i ragazzi di Radio MontAllino questo lo hanno capito tant’è vero che il loro palinsesto evolve di giorno in giorno per offrire un momento di riflessione e di svago sempre a più persone. La loro è una missione da novelli speaker radiofonici per restare uniti ai propri coetanei e vincere tutti insieme l’isolamento.

Dopo le prime 5 puntate (il primo ospite è stata Martina Passariello del Gruppo Scout di Teano 3), registrate il giorno prima per essere poi caricate sulla piattaforma Spreaker martedì, giovedì e sabato di ogni settimana, saranno tantissimi i nuovi ospiti di Radio MontAllino. Si ricomincerà da Roberto del Riccio, padre Gesuita e Assistente nazionale dell’AGESCI, passando per la ricercatrice Giusi Gargiulo con la quale si parlerà di vaccini e virus, la dottoressa Simona de Rosa che lavora in un laboratorio nazionale per monitorare e smascherare le Fake News, arrivando a don Marco Ulto, Sacerdote e scout di Ariano Irpino per ascoltare insieme a lui la voce degli arianesi che vivono da settimane nella Zona Rossa del Tricolle, fino a Francesco Iandolo, consigliere al Comune di Avellino.

Un preludio a qualcosa di maggiormente articolato che, giorno dopo giorno si arricchisce di nuove adesioni e che, chissà, un giorno, quando tutta questa emergenza sarà alle spalle, sarà ricordato come un grande contributo a mantenere unità un’intera comunità di giovani che, nonostante tutto, hanno scelto la condivisione all’isolamento dentro e fuori casa.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.