Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il fatto

Proiettili Magnum 357 in una pagina di "Libero": brutta sorpresa in posta per Gianfranco Rotondi

Il ritaglio del quotidiano era del 6 agosto e richiamava alle minacce di morte rivolte sulla rete proprio allo stesso Rotondi, a causa delle sue posizioni contrarie alla campagna antipolitica sui vitalizi

Proiettili Magnum 357 nella buca della posta della sua abitazione romana. Gravissimo atto intimidatorio nei confronti dell’attuale segretario di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi.

L’episodio è avvenuto nella giornata di martedì 12 agosto. L’ex parlamentare di Forza Italia ha rinvenuto i proiettili avvolti in un ritaglio del quotidiano "Libero" del 6 agosto scorso, nel quale si parlava di minacce di morte rivolte sulla rete proprio allo stesso Rotondi, a causa delle sue posizioni contrarie alla campagna antipolitica sui vitalizi.

Sul posto la Polizia e gli agenti della Scientifica per i rilievi e gli accertamenti di rito.

Leggi anche Minacce a Gianfranco Rotondi, la solidarietà del Gruppo Regionale di Forza Italia

Leggi anche Minacce a Gianfranco Rotondi, solidarietà di D’Agostino (SC)

Leggi anche Minacce a Rotondi, Primavera Irpinia saluta l’amico Gianfranco

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.