Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La campagna di prevenzione

Prevenire e curare il pidocchio: gli alunni di Volturara, Castelvetere e Montemarano sanno come fare

Terminate le lezioni curate dalle Farmacie Di Meo di Volturara Irpina e Molettieri di Montemarano. Al progetto ha aderito l’Istituto Comprensivo "A. Di Meo" che si è avvalso di personale altamente qualificato che ha spiegato come evitare il problema e come affrontarlo. La soddisfazione della Dirigente Di Blasi: «Ci siamo affidati a chi ne sa più di noi». Il commento delle dottoresse: «Siamo sicure che ora i bambini sapranno trasmettere quello che hanno imparato ai loro genitori»

Spiegare ai bambini delle scuole primarie e secondarie cosa sono i pidocchi e come prevenirli e come curarli. Questo l’obiettivo dell’iniziativa promossa dalle Farmacie Di Meo di Volturara Irpina e Molettieri di Montemarano che hanno da poco concluso una campagna di prevenzione della pediculosi.

Personale specializzato inviato dalle rispettive farmacie ha prestato un prezioso servizio presso l’Istituto comprensivo “A. Di Meo” di cui fanno parte le scuole primarie e secondarie dei Comuni di Volturara Iprina, Castelvetere sul Calore e Montemarano.

Agli alunni è stato spiegato il ciclo biologico del parassita e il rapporto con l’uomo. Fondamentali, poi, sono stati i consigli utili divulgati per evitare e limitare il contagio.

Informare, informare, informare. Le lezioni promosse dalle Farmacie Di Meo e Molettieri hanno avuto questo come principale obiettivo. Alle giovani leve sono stati consegnati volantini informativi da portare a casa in modo da garantire il coinvolgimento della famiglia nella gestione della pediculosi. Un’azione sinergica per affrontare la questione, serenamente, con i genitori e gli insegnanti.

La dirigente scolastica, Emilia Di Blasi, persona sensibile alle problematiche che interessano sia la crescita culturale che personale del propri alunni, ha accettato di buon grado di aderire al progetto. «Quello della pediculosi - ha dichiarato - è un problema che si sta verificando frequentemente. La scuola sta provando, nei limiti delle proprie competenze, a dare suggerimenti ed è per questo motivo che ci siamo affidati a chi conosce l’argomento meglio di noi. Devo ringraziare personalmente i proprietari delle farmacie Di Meo e Molettieri e il personale altamente qualificato che ha spiegato ai nostri alunni, con parole semplici ed efficaci, l’origine del problema e la cura dello stesso. Avere a che fare con i più piccoli non è sempre facile, soprattutto quando non si è esperti, ma posso garantire che ogni classe dell’Istituto ha avuto la stessa attenzione e lo stesso trattamento».

Attraverso tale iniziativa, ora, alunni e genitori, ma al tempo stesso anche gli insegnanti che ne sanno sicuramente qualcosa in più, conoscono in maniera più adeguata tale tematica e la possono affrontare con metodi scientificamente validi.

Soddisfatte al termine della campagna informativa anche le dottoresse che hanno avuto l’onere di trattare un argomento tanto delicato quanto troppo spesso tenuto nascosto o per vergogna o per mancanza di conoscenza. «Gli alunni - hanno detto le responsabili dell’iniziativa - hanno seguito con grande interesse le nozioni che abbiamo illustrato nei vari incontri. Vista la platea di giovanissimi abbiamo preparato del materiale comprensibile. L’obiettivo è sempre stato quello di far capire agli alunni la serietà dell’argomento. Lo abbiamo fatto, però, in maniera leggera, sempre col sorriso sulle labbra cercando di far capire loro quanto sia importante conoscere e saper affrontare il problema. Abbiamo risposto a tutte le loro domande. Sapevamo che era fondamentale farlo, ma ora siamo sicure che anche loro sapranno trasmettere quello che hanno imparato ai loro genitori».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.