Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il dopogara tra Dolomiti Energia e Scandone

«Paura di vincere nonostante il tesoretto e la Sidigas ci ha castigato»: Buscaglia mastica amaro

Il coach bianconero: «Sul +10 invece di giocare con serenità abbiamo cominciato a soffrire. Avellino bravissima nella gestione. E’ una grande squadra che ha vinto con merito»

Primo quarto in sordina, secondo e terzo da incorniciare e ultimo da dimenticare. Fa e disfa la Dolomiti Energia Trento che saluta le Final Eight e si deve inchinare allo strapotere della Sidigas Avellino. Al termine della gara coach Maurizio Buscaglia non può che accettare la sconfitta.

DI SEGUITO LE DICHIARAZIONI DI COACH MAURIZIO BUSCAGLIA - «Dispiace aver perso ma Avellino ha vinto meritatamente. Abbiamo reagito ad un primo quarto leggero ed abbiamo giocato due ottimi tempi. Siamo stati bravi nella gestione della palla e della squadra, nell’ultimo quarto invece abbiamo sbagliato tutto. Troppe conclusioni affrettate che ci hanno punito. La nostra non capacità di chiudere la partita ci ha affossato. Dovevamo essere bravi a viverci i momenti e il vantaggio e invece abbiamo avuto troppa frenesia. Al di là della bravura di Rich, Scrubb e Filloy, noi dovevamo essere più bravi nella gestione. Ora dobbiamo pensare a resettare e pensare alla partita di mercoledì di coppa».

ARBITRAGGIO - «Non ci attacchiamo al fallo fischiato o meno, bisogna essere sempre presenti e guardare avanti. Bisogna essere bravi ad andare anche oltre l’errore arbitrali. Dovevamo essere bravi a voltare subito pagina e pensare all’azione successiva. Lo abbiamo fatto per tre quarti, ma nell’ultimo no».

IL VANTAGGIO SCIUPATO - «Abbiamo sprecato il tesoretto di vantaggio di dieci punti. La gestione di quel vantaggio non è stata per niente buona, avremmo dovuto giocare con maggiore serenità e invece, paradossalmente, abbiamo cominciato a soffrire Avellino».

AVELLINO HA VINTO CON MERITO - «Non scopriamo adesso che Avellino è forte, noi potevamo fare qualcosa in più. Di sicuro non dovevamo sciupare il tesoretto che ci eravamo conquistato. Ha vinto meritatamente la squadra che non si è smarrita».

Leggi anche Campioni d’inverno! La Sidigas espugna Trento e brinda al primo posto

Leggi anche «In mano nulla di tangibile, ma qualcosa di importante per Avellino»: Sacripanti, campione d’inverno

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.