Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il punto

«Nutro troppo affetto per rispondere al Presidente Melillo. La Scandone farà la Serie B»: il sindaco Festa non ha dubbi

Il primo cittadino rassicura i tifosi: «Ho avuto modo di parlare con la proprietà. Come in 10 giorni hanno costruito la squadra di calcio, altrettanto farà con la pallacanestro. Confido nel fatto che nei prossimi giorni si sblocchi la campagna acquisti, solo così si ricrea entusiasmo»

«In questi giorni ho avuto modo di riparlare con la proprietà. Ho ricevuto ulteriori rassicurazioni e sono convinto che dopo aver allestito la squadra di calcio non ci sia nessun motivo per non allestire quella di pallacanestro»: il sindaco di Avellino, Gianluca Festa non ha dubbi, la Scandone si presenterà tranquillamente ai nastri di partenza del campionato di Serie B. Il primo cittadino ha affrontato l’argomento basket, a margine dell’incontro che si è tenuto presso l’ospedale Moscati di Avellino.

«Ricordo che al momento la Scandone ha sotto contratto un direttore sportivo e quattro dipendenti - ha detto - ha un organigramma al completo, bisogna soltanto cominciare ad individuare un coach e chiudere i primi acquisti. Sono fiducioso, nei prossimi giorni penso assisteremo allo sblocco della campagna acquisti per la Scandone».

DELLA NUOVA SQUADRA PERO’ NON C’E’ TRACCIA - «Abbiamo un buon esempio recente. La squadra di calcio è stata costruita in 10 giorni, penso che nello stesso periodo si può costruire anche la squadra di basket. L’obiettivo per ora è salvare il club e la serie B. C’è condivisione tra tifosi, amministrazione e società. Confido nel fatto che nei prossimi giorni si sblocchi la campagna acquisti».

NESSUNA REPLICA ALLE DURE PAROLE PRONUNCIATE DAL PRESIDENTE CIRO MELILLO - «Nutro troppo affetto per il presidente Ciro Melillo per rispondergli. Ogni tifosi, tutti quelli che amano la Scandone e tutti gli avellinesi si sono fatti un’idea precisa rispetto a quello che è successo e probabilmente anche rispetto alle parole di Ciro Melillo verso cui provo grande affetto. Non rispondo, spero solo che si possa ripartire».

«GESTIONE FINANZIARIA - «Il problema della gestione finanziaria non c’è. Una serie B costa tra i 450 e i 500mila euro. Siamo una provincia che può sostenere questa spesa. E’ evidente che il problema principale viene dai lodi e dai debiti pregressi, ma questo è di competenza della proprietà. Sto provando a sollecitare sponsor e sono intenzionato, oltre a fare l’abbonamento, ad invitare gli appassionati a farlo. E’ fondamentale partire, solo partendo si può innescare un meccanismo virtuoso. Se non si parte si fa tutto più difficile».

LA SCANDONE RESTA NELLE MANI DELLA SIDIGAS - «In settimana faremo il punto della situazione con il presidente Mauriello. Ritengo che l’ipotesi più probabile è che la Scandone resti in mano alla Sidigas e a Gianandrea De Cesare».

Il sindaco Festa ha anche parlato del possibile riutilizzo dell’ex ospedale di Viale Italia e del Consiglio comunale sugli equilibri di bilancio che si terrà nelle prossime ore.

EX OSPEDALE - «Incontro molto cordiale e positivo con il Direttore Generale Renato Pizzuti, c’è voglia di collaborare. Una sana sinergia tra comune e azienda ospedaliera può far sì che il Moscati sia sempre più riferimento in Irpinia e Campania. Per il rientro in possesso dell’ex ospedale civile c’è la disponibilità a trovare una soluzione condivisa, per rilanciare la struttura e il commercio della zona di viale Italia».

CONSIGLIO COMUNALE - «Non solo ho una maggioranza, ma ho una grandissima squadra che condivide con me convintamente tutto il percorso per il rilancio della città. Sicuramente approveremo i due strumenti finanziari, per il riequilibrio e per il piano di rientro. Poi cominceremo più operativamente ad amministrare la città. C’ un bel periodo di festa, rappresentato dal Ferragosto ma questo non ci fa distrarre dalle vicende amministrative per cui ci impegniamo quotidianamente ogni mattina».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.