Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La conferenza

«Meritavamo il primo successo esterno e vogliamo battere la capolista. Ci dobbiamo credere»: De Gennaro a caccia di punti salvezza

Il coach biancoverde: «La squadra sta crescendo e i risultati in campo si vedono. Importante la promozione lanciata dalla società, spero che Tribuna Terminio e Curva Sud siano pieni sia perché affrontiamo la prima della classe, sia perché questa Scandone lo merita»

Al Paladelmauro arriva la capolista Palestrina e coach Gianluca De Gennaro chiama a raccolta il pubblico. «Sarebbe bello rivivere un pomeriggio d’altri tempi»: ha dichiarato nella conferenza pregara. E questa Scandone Avellino, dopo la prima vittoria esterna sul campo della Stella Azzurra merita tutto l’apporto del pubblico.

DI SEGUITO LE DICHIARAZIONI DI COACH GIANLUCA DE GENNARO - «Veniamo da una bella vittoria fuori casa contro la Stella Azzurra e siamo pronti per affrontare la capolista. Mi auguro sarà una partita bella dal punto di vista sportivo. Per noi gli stimoli sono tantissimi. Giochiamo di fronte al nostro pubblico e mi auguro che il Paladelmauro sia pieno di tifosi. E’ giusto onorare la prima della classe e incitare questi ragazzi che si stanno impegnando tantissimo. Mi auguro che anche contro Palestrina si possa sfornate una buona prestazione».

COME STA LA SQUADRA - «Stiamo abbastanza bene eccezion fatta per qualche acciacco, come De Leo, ad esempio. Non siamo una squadra lunghissima, ma proviamo a recuperare lo sforzo».

COME AFFRONTARE LA PRIMA IN CLASSIFICA - «E’ costruita per il salto di qualità ed ha giocatori importanti per poter ambire a questo traguardo. Noi non abbiamo pressioni addosso perché sappiamo di affrontare una squadra di fascia alta. Mi auguro che i ragazzi mettano in campo ancora una volta il cuore. Poi ci prepareremo per il derby di mercoledì, ma ora la testa va solo alla partita contro la capolista. Ce la giocheremo a viso aperto e senza paura. Sono curioso di vedere all’opera i miei».

LA CRESCITA DI UNDER E SENIOR - «Affinché questa squadra possa salvarsi c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Senior e under devono dare il loro contributo. Piano, piano tutti stanno migliorando e i risultati in campo si vedono. Mi auguro di far giocare tutti i 12 convocati sperando che la panchina sia attiva sia in campo che nell’incitare i compagni con una pacca sulla spalla».

LA VITTORIA CONTRO STELLA AZZURRA - «Abbiamo affrontato una squadra giovane che ha un’energia diversa dalle altre squadre. Siamo riusciti a resterete per 40 minuti e vuol dire che su forza mentale e forza fisica ci siamo. Siamo passati dal prendere 24 punti in un quarto a riuscire a subirne solo 15 o 16 negli altri due parziali».

QUANTO QUESTA SQUADRA HA MERITATO LA PRIMA VITTORIA ESTERNA - «L’ho desiderata tanto perché vedo la squadra come si allena. Mi sentivo tranquillo nonostante fossimo contati perché avevo la consapevolezza che la squadra stesse lavorando bene. Sono contendo della prima vittoria fuori casa, l’archiviamo e ne vogliamo prendere tante altre. Le altre si rinforzano molto e quindi noi non ci dobbiamo adagiare».

L’APPELLO AL PUBBLICO - «Con i biglietti popolari mi auguro che la piazza risponda alla grande. Ho proposto alla società di ridurre i prezzi e sono stato accontentato. Non pretendo il Palazzo pieno, ma mi farebbe piacere vedere tribuna e curva piena. Detto questo ringrazio tutti coloro che fino ad ora ci hanno sostenuto».

QUANTO CREDE ALLA TERZA VITTORIA CONSECUTIVA - «Devo crederci, sarei sciocco a non farlo. Da allenatore devo sempre pensare a vincere tutte le partite. Per noi, ogni partita è una finale scudetto. Se ci vogliamo salvare, dobbiamo sempre giocare alla morte».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.