Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La conferenza stampa del Presidente Ona

Isochimica, accuse alla Commissione nazionale ecomafia

L’avvocato torna a puntare il dito contro il documento che spiega come "l’amianto non è nocivo"

«Una Eternit nascosta e dimenticata. Una mattanza sottovalutata, che ha fatto ammalare più di 140 persone. Intanto gli organi preposti continuano ad asserire che "l’amianto dell’Isochimica non fa male». L’avvocato Ezio Bonanni, presidente nazionale dell’Ona, torna a lanciare forti accuse. All’indomani del sopralluogo nello stabilimento di Pianodardine alla presenza delle telecamere di Canale 5, Bonanni dal palco del Centro Sociale Samanta Della Porta di Avellino, torna a puntare il dito contro la relazione della Commissione Nazionale Ecomafia e morti bianche firmata anche dal parlamentare irpino Enzo De Luca.

«Nell’informativa della Asl - questo uno dei passaggi fondamentali che Bonanni cita - si è fatto cenno alla attività di bonifica dell’ ex stabilimento Isochimica: nel 2008 erano stati presentati i piani per la bonifica dell’amianto friabile presente nei capannoni e nei 517 cubi di cemento contenenti amianto depositati nel piazzale: alla data della comunicazione (marzo 2012) risultava bonificato tutto l’amianto friabile e 48 cubi, i rimanenti 469 avendo un buono stato di conservazione e quindi non presentando iI pericolo di rilascio di fibre. Ulteriori quantità di amianto erano state seppellite nel sottosuolo dello stabilimento in modalita sicura (confennata da appositi studi geologici) per la lora definitiva «tombalizzazione».

Se per la Commissione Ecomafia l’amianto non rappresenterebbe un rischio, è di tutt’altra opinione il Presidente Ona.
«Di “morte bianca”. ricorda Bonanni- è deceduto nei giorni scorsi Luigi Maiello: per asbestosi, terribile malattia amianto correlata.Mi preoccupa il fatto che le indagini siano iniziate solo un paio di anni fa e rivolgo il mio appello all’autorità giudiziaria: “Fate presto, perché il peggio deve ancora arrivare".

Altrettanto duro è l’intervento del professor Renato Sinno, membro del Comitato tecnico Scientifico Ona e docente di mineralologia in pensione dell’Università di Napoli. «I membri delle Commissioni non hanno alcuna competenza- accusa- L’amianto porta alla morte ed è una vergogna che qualcuno affermi il contrario. Chi non vuol riconoscere la patologia gli operai, è colpevole due volte perché gli nega il riconoscimento di un diritto e la possibilità di continuare a vivere la sua vita "da moribondo" in maniera più dignitosa».

Infine rispetto al passaggio della relazione della Commissione sull’amianto tombizzato, il professor Sinno ricorda come, anche sotto terra, sia altrettanto nocivo per la salute umana

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.