Orticaland - Le rubriche di Ortica

Il riassunto della settimana

Il riassunto della settimana / 22

  • Art Magazine

Il fantastico mondo della Biancofiò

La deputata di Forza Italia, Michaela Biancofiore, ha davvero una vita fantastica ed avventurosa, a metà tra “Il favoloso mondo di Amélie” e "Big Fish".
Vi racconto le sue ultime 48 ore, degne di una serie Netflix.

Tutto inizia negli studi di La7, ospite in una trasmissione, le viene chiesto se è favorevole a nuove elezioni a luglio.
Lei risponde che è contraria perché in estate al nord sono tutti in vacanza e quindi il M5Stelle sarebbe favorito perché prende voti al sud, dove a detta della Biancofiò,
non ci sono i soldi per andare in vacanza.

Tutti rimangono a bocca aperta, in studio, a casa, nelle agenzie di stampa, sui set dei film porno, ovunque.
La sua dichiarazione viene riportata da tutti i giornali e sui social la gente insorge.
Un bombardamento di post e commenti, pareva la scena di “Apocalypse Now”, solo che invece della Cavalcata delle Valchirie si sentiva il Gioca Jouer.

Ad un certo punto arriva il colpo di genio della Biancofiò, su twitter la sua replica. Si appella ai dati Istat. Per lei chi non va in vacanza è povero.

Finalmente arriva sera, la nostra Biancofiò va a letto per riposarsi e affrontare al meglio una nuova giornata ricca di avventure.

Durante questo nuovo giorno la Biancofiò viene rapinata da un extracomunitario del Sudan che le ruba il cellulare, lei lo insegue eroicamente e aiuta le forze dell’ordine a catturarlo.

Tutte le agenzie battono la notizia, la Biancofiò è di nuovo un’eroina, ha aiutato uno del Sudan a fare le vacanze a Regina Coeli.

Strana questa Biancofiò, per anni nessuno si accorge di lei, poi in 48 ore fa la fine del mondo.

Ma mica la notizia del sudanese è stata un po’ pompata per apparare la figura di merda precedente? Almeno un po’ romanzata? Io non me l’immagino la Biancofiò che lotta con il sudanese per il cellulare e lo affronta come Uma Thurman in Kill Bill contro O-ren Ishii.

Comunque cara Biancofiò, anche io ho una serie di commenti al tuo pensierino da prima elementare sulle vacanze al Sud:

.Al sud non si lavora tutto l’anno, tranne quando quelli del nord vanno in vacanza, solo per sfotterli e votare a posto loro.

.Conosco ricchi che sono tirchi e cozzeconi, la vacanza non la fanno, però comprano case e prestano soldi come gli usurai.

.Conosco poveri che sono diventati ricchi grazie ai soldi di Craxi, altrimenti con sto cazzo andavano a comprare le bandane in Sardegna.

.Forza Italia ha perso quasi il 20% di consensi dal 2013 al 2018, ma non è che al nord stanno in vacanza da 5 anni e vengono quelli del sud a lavorare?
Anche perchè quelli del sud per andare a votare giù devono prendersi le vacanze.

Quindi ricapitolando:
sei povero perché non lavori,
per lavorare devi andare al nord,
se vuoi votare devi tornare al sud,
se vuoi tornare al sud devi andare in vacanza,
se vuoi andare in vacanza in Grecia ti fai in culo e non voti.

E’ come un cane che si morde la coda, per la fame.

fonte: Biancofiore choc: «Al Sud non possono permettersi le vacanze: se si vota vince M5S»

Roma, aggredita Michaela Biancofiore

Alla maratona di Londra un italiano batte tutti i record, poi però il Times scopre che ha imbrogliato

Bellissima storia.
Il nostro protagonista ha tagliato 16km grazie ad una scorciatoia.
Lo so non si fa, però volete mettere le risate?
Immaginate di essere stati al posto suo.

La folla al traguardo aspetta di scorgere dall’ultima curva chi sbucherà per gli ultimi e concitanti attimi prima dell’arrivo.

Alcuni fanno ipotesi, magari arriva quel kenyota fortissimo che corre pure mentre dorme, magari quel giapponese dai polpacci d’acciaio che si fa fare i calzini dal fabbro, oppure arriva quell’americano che si sta allenando da 8 anni a correre intorno ai McDonald.

Ad un certo punto si intravede una sagoma, porta i colori azzurri, forse è russo, o israeliano, aspetta aspetta.
Si avvicina, è italiano!
Evviva la pizza, il mandolino e Biagio Antonacci.

Aspetta, non sembra giovanissimo, mi sembra un po’ su con l’età.

Scusate, non vi ho detto che il nostro protagonista ha 59 anni, la fascia nei capelli lunghi come il peggior Totti anni 2000 e un’abbronzatura che Carlo Conti a confronto sembra una Philadelphia appena aperta.

Scusate, mi sono fatto prendere la mano dalla fantasia.

In realtà il nostro amico non è arrivato a medaglia, ha però fatto registrare un tempo nella seconda parte di gara, migliore di un Inglese che ha vinto 4 medaglie olimpiche.

Lui, alla fine di tutta la storia, si è giustificato così “ero a Londra per divertirmi e non per guardare il cronometro”
Se l’è pure tirata un po’ da buon Italiano.

Certo imbrogliare è sbagliato, quando però lo si fa in maniera così demenziale io posso solo applaudire.

Era dai tempi di Amici Miei che non vedevo una zingarata fatta così bene.

fonte:Maratona di Londra, barese 59enne salta 16 chilometri: la truffa scoperta dal Times

Sei un operaio Fiat ma non compri auto Fiat? Allora parcheggi fuori dalla fabbrica

Succede nello stabilimento di Atessa in provincia di Chieti.
Non mi dilungo in discorsi filosofici, non mi pare siano necessari per far capire la gravità della cosa.
Voglio però immaginare un mondo fatto così.

Allora avremmo:

.gli operai Mulino Bianco che devono parlare con le galline

.gli operai dell’Eminflex che devono dormire sopra Giorgio Mastrota

.gli operai che fanno l’Oki devono fare capo e muro almeno ogni 30 minuti.

.gli operai della Pampers che devono cagarsi sotto almeno una volta al giorno.

.gli operai della Durex che devono intostare a tutte le ore

La classe operaia va in paradiso ma solo se urla chitammuo’.

fonte: Se l’operaio non ha una Fiat non parcheggia. E fuori dalla fabbrica piovono multe

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.