Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La riunione

Il Nuovo Partenio può aspettare, al via il restyling per la stagione ’15/’16

Carbonatazione, messa in sicurezza della Curva Nord e ripristino del Partenio B. I lavori li paga la società così si risolvono i contenziosi col Comune

Carbonatazione, Curva Nord, Partenio B. Sono questi gli argomenti affrontati in mattinata presso il Comune di Avellino tra il sindaco Paolo Foti, parte della sua Giunta (assessori Giordano e Preziosi) e il presidente dell’A.S. Avellino 1912, Walter Taccone. Cominceranno presto nuovi lavori di restyling dell’impianto di Via Zoccolari, il tempo da parte dell’amministrazione comunale di sfornare le delibere necessarie.

Il costo dei lavori saranno tutti a carico della società di Piazza Libertà. Un modo per chiudere, una volta per tutte, il contenzioso aperto con il Comune sui debiti pregressi.

Si dovrà procedere alla carbonatazione di tutto lo stadio. Si tratta di un’operazione lunga che serve a bloccare la corrosione nelle armature. Si procederà ai lavori di messa in sicurezza della Curva Nord, in più si provvederà a rimettere in sesto il Partenio B che diventerà il campo dove la squadra potrà allenarsi.

«Era importante che ci incontrassimo - ha detto il presidente Taccone al termine della riunione - soprattutto sulla carbonatazione, la commissione pubblici spettavoli sarà intransigente e quindi era fondamentale muoversi per tempo».

Per quanto riguarda, invece, il progetto avveniristico per la cittadella dello sport, il Presidente Taccone frena. «E’ un progetto da svariati milioni di euro - ha detto - servono diversi pareri favorevoli ed è meglio che si aspetti il tempo necessario. Anche un anno. L’importante è che ogni cosa sia fatta nel modo migliore».

Soddisfatto anche il sindaco Foti che al termine della riunione ha detto: «Da parte nostra c’è tutta l’apertura necessaria affinché le opere di riqualificazione dell’impianto partano quanto prima. Per quanto riguardano i contenziosi aperti con la società, penso che le polemiche sono state inutili. Tra dare e avere abbiamo trovato un punto d’incontro».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Comment

dan scrive:

Per me è inutile questo restyling/ampliamento. Avellino non farà mai più di 8-9.000 spettatori a partita. Veniamo da 2 campionati in cui siamo stati stabilmente in zona playoff e la media spettatori sta costantemente calando.
A parte quel nocciolo duro di 4-5.000 persone, il resto è tutta gente che viene allo stadio sporadicamente.
Ormai il mito del tifo avellinese è tramontato...la ns media paganti è simile se non più bassa del resto della serue B.
Un investimento buttato...a meno che Taccone non ci porti in serie A. Forse in quel caso i tifosi occasionali aumenterebbero...