Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Gruppi Fratres, sede di Montella accreditata come Unità di Raccolta. Il Presidente Festa: «Donazioni in aumento grazie alle autoemoteche»

Inaugurazione di un’Unità di Raccolta in provincia di Avellino e costituzione di nuovi Gruppi Fratres. Sono le importanti novità che stanno interessando la Fratres Campania.

Sabato 17 marzo 2018 si riunirà l’Assemblea Regionale dei Gruppi Fratres presso la sede del Centro Servizi per il Volontariato di Benevento (CESVOB). In vista di questa data, il Presidente Regionale, Giuseppe Festa, coglie l’occasione per fare delle cosiderazioni.

“E’ una fase di cambiamenti importanti” – afferma Festa – La Fratres sta cambiando immagine”

Una nuova Unità di Raccolta (UdR) fissa è stata accreditata a Montella, presso la sede del Grupp. Si tratta della seconda UdR della Campania, dopo quella inaugurata a Sant’Antonio Abate, già in funzione da luglio 2017, con annessa autoemoteca che sosta nel comune di Torre del Greco.

“Si tratta di un accreditamento importantissimo” – prosegue Festa- “Per quanto riguarda le donazioni possiamo considerare Montella come succursale dell’A.O.S.G. Moscati. I dati verranno trasmessi automaticamente all’ospedale. La prossima settimana sarà anche inaugurata una nuova autoemoteca presso la sede del Gruppo Fratres di Paternopoli, che si prepara a diventare Punto di Raccolta (PdR) con funzioni analoghe all’UdR. Si tratta della seconda autoemoteca che servirà la provincia di Avellino.”

Si sono, inoltre, costituiti nuovi Gruppi in provincia di Avellino (Serino e Altacauda, nel comune di Altavilla Irpina) e nel salernitano (Battipaglia).

“Il 2017 è stato un anno disastroso dal punto di vista delle donazioni a causa del decreto 261/2007” – conclude Festa – “La disciplina dei requisiti minimi per l’accreditamento, introdotta dalla nuova normativa, ha impedito l’organizzazione delle giornate di donazione nelle sedi fisse dei Gruppi. C’è stato un calo delle donazioni del 60%. Grazie all’acquisto delle autoemoteche questo problema è stato superato. Il 2018 è cominciato bene. Si prevedono 5000 donazioni, contro le 2500 dell’anno precedente.”

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.