Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Il pregara

Finalmente in campo...

Esordio ufficiale per l’Avellino che affronta la Paganese di mister Erra per la Coppa Italia di Lega Pro. Sarà il primo test per una rosa che non è ancora al completo e che ha bisogno di tanto sudore prima di trovare il ritmo partita. Mister Ignoffo conta nell’impegno dei suoi ed in un solido 3-5-2. Squadre in campo alle 18

Novantaquattro giorni dopo lo spareggio promozione vinto contro il Lanusei allo Stadio "Manlio Scopigno" di Rieti e settantatre giorni dopo la vittoria dello scudetto di Serie D contro il Lecco allo Stadio "Renato Curi" di Perugia, l’Avellino torna in campo per la prima partita ufficiale della Stagione 2019/2020.

Singolare che prima di oggi non ci sia stata nemmeno un’amichevole nella quale i biancoverdi abbiano potuto rodare i propri muscoli ma l’estate dell’Avellino è stata alquanto turbolenta e le vicende societarie hanno tardato, e non poco, l’avvio dell’attività agonistica che si sta svolgendo sul sintetico del "Partenio-Lombardi".

Non è più tempo di parlare di aule di tribunale e di sopravvivenza a rischio, è il momento di pensare solo al calcio giocato. Il neonato Avellino di mister Giovanni Ignoffo è pronto all’esordio in Coppa Italia di Lega Pro. Alle 18:00 i lupi scenderanno in campo allo Stadio "Marcello Torre" per affrontare la Paganese di mister Alessandro Erra. Sarà la prima sfida che arriva a pochi giorni dal primo vero esame contro il Bari di mister Giovanni Cornacchini.

Il test deve essere preso con tutte le attenuanti del caso. L’Avellino lavora insieme da pochi giorni, la rosa non è ancora al completo, la squadra sta cominciando a conoscersi e ci metterà del tempo per assimilare il credo calcistico del mister siciliano e, soprattutto, non ha ancora disputato una partita di 90 minuti. Sarà necessario dunque dosare le energie e evitare inutili infortuni. Le partite più importanti da vincere sono altre, i due match di Coppa Italia devono essere delle utili amichevoli.

Mister Ignoffo che, per forza di cose, ha gli uomini contati dovrebbe scendere in campo optando per il modulo 3-5-2. In porta ci sarà Tonti visto che Abibi non ha ancora ottenuto il transfert dalla Lega Pro. In difesa spazio a capitan Morero, a Laezza e Fallou. I cinque sulla mediana saranno Carbonelli, Petrucci, Rossetti, Di Paolantonio e Parisi. In attacco spazio ad Alfageme che ha tanta voglia di diventare il nuovo beniamino della curva e Albadoro.

Certo, esordire con una vittoria farebbe piacere a chiunque ma in questo caso il risultato è l’ultimo dei problemi che attanaglia la mente di Morero e compagni. E’ importante scendere in campo. E’ importante sudare. E’ importante prendere il ritmo partita, assimilare gli schemi e lavorare. Finalmente si ricomincia. Era ora...

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.