Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

La sfida

Da New York a Milano, non si ferma il viaggio dell’Irpinia: comincia la BIT e sarà molto più di una semplice presentazione

Dopo il Travel Show in Nord America si va di nuovo al di là dei nostri confini geografici e così in una sorta di transumanza la provincia arriva per la seconda volta alla Borsa Internazionale del Turismo: l’associazione Irpinia Mood sarà al fianco dell’assessorato al turismo della Regione – che in Piazza Fontana ha aperto anche lo Spazio Campania - per raccontarsi ai visitatori e ai professionisti. Si punta tutto sulla presentazione ufficiale del Cammino di San Guglielmo nella conferenza stampa di martedì, intanto si aspetta marzo per le giornate del Forum dedicato a coinvolgere più soggetti possibile sul territorio e dare ulteriore concretezza al percorso

Il volo verso New York non era abbastanza, questa terra di mezzo andava portata di nuovo al di là dei suoi confini geografici e così in una sorta di transumanza enogastronomica e culturale, l’Irpinia è arrivata per la seconda volta alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Si replica l’esperienza di Irpinia Mood al fianco dell’assessorato al turismo della Regione Campania – nel Padiglione dedicato - ma con nuove consapevolezze. Intanto perché il nostro non può più considerarsi un territorio sconosciuto: abbiamo recriminato spesso l’assenza ingiustificata di questa provincia ad eventi di settore come questo, uno dei problemi che il nostro sistema turistico riscontra e che sembra avviarsi verso una soluzione, dato che il nostro territorio oggi è almeno presente per raccontarsi ai visitatori e ai professionisti che frequentano eventi del genere.

Perché quello organizzato nella sede di Fiera Milano City - in termini di presenze e partecipazione - è considerata la manifestazione leader in Italia quando si parla di turismo, imprese, promozione e anche di nuove scoperte: con circa 50mila visitatori unici, 2mila aziende provenienti da tutta Italia e da più di 100 Paesi del mondo è la porta da cui passare per entrare nel mondo del turismo internazionale. Tanto più che la nostra Regione su Milano ha puntato tutto, aprendo lo Spazio Campania in Piazza Fontana: «Con l’obiettivo non solo di promuovere le eccellenze della nostra regione, per valorizzare e sostenere le migliori competenze e professionalità – ha spiegato la Presidente del Consiglio, Rosetta D’Amelio - ma anche di raccogliere la sfida della competitività e rilanciare un messaggio di unità nazionale, di cooperazione e sinergia tra le regioni del Nord e Sud per lo sviluppo dell’intero Paese».

E così ci siamo, questo è il primo giorno della BIT che comincia con i suoi spazi aperti a tutti e continuerà con le giornate dell’11 e del 12 febbraio riservate ai professionisti del settore. Martedì l’associazione Irpinia Mood prenderà parte alla conferenza stampa per raccontare il progetto del Cammino di San Guglielmo in cui crede molto anche l’assessorato al turismo regionale, tanto da supportarlo in una presentazione ufficiale, cosciente probabilmente del fatto che i trend sul travel e sul turismo stanno cambiando e anche gli itinerari: calano infatti le mete costiere e si fa sempre più largo la ricerca di esperienze tra sapori locali, la ricerca di borghi remoti da visitare e nuove abilità da apprendere per personalizzare sempre di più i propri viaggi.

Forti dell’esperienza del Travel Show in Nord America – che si è conclusa appena dieci giorni fa – l’Irpinia non si arresta e prova a conquistare l’Europa dalla vetrina milanese, non più in maniera generica ma attraverso una proposta precisa, ragionata e particolarmente azzeccata nell’anno del turismo lento con i pacchetti che includono trekking, cicloturismo ed enogastronomia. Ma questo Cammino di San Guglielmo non si ferma qui, perché per strutturarlo sarà necessario incontrare più soggetti possibile e farlo nella nostra terra. Per questo dal 22 al 24 marzo si terrà un Forum specifico in tre tappe: la presentazione a Montevergine, un incontro operativo il giorno successivo a Chiusano e la conclusione all’Abbazia del Goleto, per costruire dal basso un confronto aperto, coinvolgendo le amministrazioni, gli operatori del settore, i produttori e anche diverse personalità accademiche in modo da garantire concretezza a questo itinerario attraverso contenuti e proposte sostanziali.

Vi racconteremo cosa accadrà in queste intense giornate della BIT, quali contatti saranno stabiliti e quali relazioni si riusciranno a costruire. Intanto i semi gettati cominciano a germogliare e si inizia ad intravedere un cambiamento almeno nella percezione che dall’esterno si ha rispetto all’Irpinia – seppur minimo – dopotutto lo ripetiamo da un po’: la cooperazione, accompagnata da una rete ampia di contatti e da una gestione professionale è quello che serve per dare sostanza al turismo nella nostra provincia. Ci siamo avviati sulla strada giusta.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.