Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

L’iniziativa

«Camminare per combattere insieme. Vivere e continuare a vivere è una gioia comune»: "Camminata Rosa", l’appello di Carlo Iannace

Domenica la sesta edizione di un appuntamento ormai consolidato in provincia di Avellino. Il senologo della Breast Unit parla della marcia e invita uomini e donne a superare il tetto delle 7000 presenze: «Non mi stancherò mai di dire quanto sia importante la prevenzione e la condivisione di tutto il percorso della malattia. Insieme si può vincere, rimettersi in gioco e ricominciare a vivere anche meglio di prima». L’appuntamento è per le 9:00 a Mercogliano. Sarà un evento plastic free

«La "Camminata Rosa" è un momento particolarmente importante perché permette la condivisione della malattia, uno dei momenti più delicati della vita, con altre persone che hanno avuto lo stesso problema e decidono di rimettersi in gioco e continuare a vivere ancora meglio di prima, perché divenute parte di una grande famiglia»: a parlare è Carlo Iannace, senologo della Breast Unit dell’Ospedale Moscati di Avellino e ideatore della "Camminata Rosa", arrivata già alla sua sesta edizione.

L’oceano di donne e uomini, giovanissimi e meno giovani è pronto a radunarsi domenica 15 settembre. La marcia, come di consueto, partirà da Viale San Modestino a Mercogliano alle ore 9:00. Proseguirà, a passo svelto, lungo le strade che portano al Capoluogo per terminare al Corso Vittorio Emanuele di Avellino dove alle 12, all’interno della Chiesa del Rosario, verrà celebrata la Santa messa, al termine della quale non ci sarà il tradizionale lancio dei palloncini, ma il cielo si colorerà comunque di rosa per salutare chi purtroppo non ce l’ha fatta.

L’iniziativa solidale è organizzata dalle associazioni "Amdos" e "Amos irpine", "Noi in Rosa", "Oltre il Rosa la Forza della Vita" e "Pro Loco Atripaldese", che si occupano di prevenzione del tumore al seno. C’è il patrocinio del Consiglio regionale della Campania, della Provincia, dei Comuni di Avellino e Mercogliano, dell’Arcidiocesi, dell’organizzazione Europa Donna Italia, dell’A.O. Moscati di Avellino, della Favo, dell’Unpli Campania, della Confcommercio Avellino.

"The power of pink. We fight together. We walk together", ovvero "Il potere del rosa. Combattiamo insieme. Camminiamo insieme": questo il claim dell’iniziativa che lo scorso anno ha registrato oltre 7.000 presenze e che secondo le previsioni quest’anno sarà ancora più lungo. «Proprio oggi (ieri per chi legge, ndr) - ha detto il dottor Iannace - una donna mi ha detto una cosa molto bella “posso incontrare le mie amiche che hanno compiuto con me lo stesso percorso”. Molte donne operate hanno fatto nuove amicizie e grazie a queste hanno trovato anche un nuovo lavoro. Hanno ricominciato a vivere. Per questo è importante la prevenzione e la condivisione di tutto il percorso della malattia.

Lungo la strada, come sempre, ci saranno balli, divertimento, testimonianze e i contributi sociali delle scuole di Avellino, affinché prevenzione e solidarietà si divulghino sempre più a partire proprio dai giovani. «Perciò - continua il senologo della Breast Unit - invitiamo chiunque a partecipare, perché è un modo diverso di parlare di prevenzione in modo rapido ed intuitivo. Questo è il bello della Camminata Rosa, l’incontro di persone che hanno in comune la gioia di continuare a vivere».

Tante le novità di quest’anno. Una in particolare, non saranno distribuite bottigliette di plastica lungo il percorso, ma chi vorrà potrà munirsi di borraccia rosa o ritirarla alla partenza. «Quest’anno - conclude Iannace - aggiungiamo un significato ancora più sociale con un evento completamente plastic free, un messaggio importante soprattutto per le nuove generazioni».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.