Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Post amministrative

Bilancio, il sottosegretario Sibilia è categorico: «Responsabilità chiare e nette. Faremo il possibile ma non agiremo contro legge»

Il deputato 5 Stelle chiama in causa la vecchia amministrazione: «Andava approvato prima delle elezioni e non è stato fatto. Attiveremo le garanzie istituzionali con Prefetto e Ministero dell’Interno. Auspico senso di responsabilità per pulire questa città. Chi non vorrà farlo se ne assumerà le responsabilità davanti agli avellinesi»

Alla prima giornata ecologica promossa dal neo sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi era presente in maniera attiva anche il sottosegretario agli Interni, Carlo Sibilia.

Tra una raccolta di rifiuti ed un’altra, il deputato pentastellato ha trovato il tempo per una riflessione politica sui temi più caldi che stanno caratterizzando i primi giorni dell’amministrazione Ciampi. «E’ la prima volta - ha detto Sibilia - che un sindaco chiama a raccolta la città per ripulire un parco, che in questo caso è dedicato ad un ex capo della polizia e questa è una motivazione in più. Vogliamo pulire la città da cima a fondo, anche nelle istituzioni e nel Comune, dove abbiamo già cominciato».

QUESTIONE DIRIGENTI A PALAZZO DI CITTA’ - «Ciampi si è insediato da 9 giorni, ma sta già svolgendo un grande lavoro e dovrà rendersi conto delle professionalità del Comune che possono servire. Tutto ciò che non segue la linea politica, dove è possibile per legge verrà cambiato».

L’AMBIENTE - «Mi piace sottolineare il lavoro già avviato sui rifiuti. Anziché partire dai Super Santos e da provvedimenti che indispettiscono la cittadinanza, la prima ordinanza ha riguardato l’ampliamento del conferimento dell’umido. E una piccola risposta, non definitiva, ma in 9 giorni già si è ottenuto un risultato».

QUESTIONE BILANCIO - «Qui c’è una responsabilità chiara e netta. I revisori hanno evidenziato le responsabilità delle precedenti amministrazioni. Noi vogliamo fare di tutto per tenere in piedi questa consiliatura, cercando di mettere mano laddove sarà possibile. Ma la città non può chiederci di non rispettare la legge. Questo rendiconto andava approvato dalla precedente gestione e non è stato fatto. E’ di tutta evidenza che con il parere negativo i consiglieri avrebbero una responsabilità diretta. Noi attiveremo tutte le garanzie istituzionali con il prefetto e il Ministero dell’Interno per capire fino a che punto si può garantire, cambiandolo, questo stato di cose. Ma non agiremo contro legge».

POSSIBILE PASSO INDIETRO - «Sicuramente non vogliamo abbandonare la partita, ma risolvere i problemi della città. Se qualcuno che è qui perché ha avuto 3/400 voti ballerini del primo turno vuole dettare le regole non ha capito il momento politico. Auspico che ci sia senso di responsabilità per essere tutti uniti a pulire questa città. Chi non vorrà farlo se ne assumerà le responsabilità davanti agli avellinesi».

PROBLEMI DI MAGGIORANZA - «Chi decide di sostenere le linee programmatiche del sindaco e dei consiglieri votati dalla cittadinanza sarà parte della maggioranza. E siccome nelle linee programmatiche ci saranno moltissimi punti di tutti gli altri gruppi politici nella sfera più ampia possibile faranno parte della maggioranza che voterà i provvedimenti di volta in volta».

LA FUTURA GIUNTA - «Diamoci un taglio signori. E’ di diretta responsabilità del sindaco, se si vogliono dare messaggi negativi mettendo persone di riferimento noi vogliamo invece scegliere le professionalità in grado di realizzare il programma. Alla prova del nove dei voti, poi, ognuno ai assumerà le sue responsabilità».

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.