Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Al "Partenio-Lombardi" termina 3 a 6

Il Catania gioca a tennis e mortifica l’Avellino con sei schiaffi

Alla prima di campionato, contro una squadra ben attrezzata, vengono fuori tutti i limiti della squadra di mister Ignoffo che non gioca mai alla pari e crolla nel secondo tempo. L’avversario cinico e spietato torna a casa con tre punti facili facili

AVELLINO (3-5-2): Abibi; Laezza, Morero, Zullo; Celjak, Rossetti (15’ st Silvestri), Di Paolantonio, Palmisano (27’ st Carbonelli), Micovschi; Albadoro, Alfageme (40’ st Petrucci). A disp: Tonti, Pizzella, Njie, Falco, Saporito, Corcione. Allenatore: Giovanni Ignoffo.

CATANIA (4-3-3): Furlan; Pinto, Saporetti, Silvestri, Biondi; Dall’Oglio (22’ st Mazzarani), Lodi, Llama (13’ st Welbeck); Sarno (22’ st Catania), Di Molfetta (27’ st Bucolo), Di Piazza. A disp: Martinez, Noce, Mbende, Curiale, Marchese, Pecorino, Liguori. Allenatore: Andrea Camplone.

MARCATORI: 23’ pt Di Piazza, 30’ pt Lodi, 35’ pt Albadoro, 4’ st Di Piazza, 24’ st Welbeck, 27’ st Mazzarani, 30’ st Bucolo, 32’ st Di Paolantonio, 35’ st Di Paolantonio (rig.).

ARBITRO: Sig. Daniele De Santis della sezione di Lecce.

ASSISTENTI: Sigg. Giovanni Mittica e Dario Gregorio della sezione di Bari.

AMMONITI: 18’ st Dall’Oglio, 35’ st Furlan.

ESPULSI:

NOTE: Terreno di gioco in erba sintetica. Giornata nuvolosa ma calda. Spettatori 5.301. Recupero: 2’ pt, 4’ st.

SECONDO TEMPO

49’: Dopo quattro minuti di recupero il signor De Santis della sezione di Lecce dice che può finire qui. Catania assoluto padrone del campo nell’arco dei novanta minuti e il risultato parla chiaro. Inutile dire che bisognerà lavorare per centrare una salvezza tranquilla.

42’: CATANIA VICINO AL SETTIMO GOL . Botta da fuori di Pinto, colpo di reni di Abibi che devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo, Catania calcia in porta e scheggia la traversa.

40’: Terzo cambio per i lupi. Fuori Alfageme. Dentro Petrucci.

36’: TERZO GOL DEI LUPI. Dagli undici metri si presenta Alessandro Di Paolantonio che non si fa ipnotizzare e la insacca in rete.

35’: RIGORE PER L’AVELLINO. Lupi ancora pericolosi con Morero che dal fondo serve Alfageme che viene steso da Furlan. Non ci sono dubbi sarà calcio di rigore per i lupi.

31’: GOL DELL’AVELLINO. Gol della bandiera dei lupi con Alessandro di Paolantonio che sfruttando una disattenzione della retroguardia catanese si fa spazio e la insacca a fil di palo.

30’: SESTO GOL DEL CATANIA. Fine primo set al Partenio. Anche Bucolo si aggrega alla festa catanese.

28’: Cambio per i lupi. Fuori Palmisano. Dentro Carbonelli.

27’: MANITA CATANIA. Catania ancora protagonista con Mazzarani che riceve e la incrocia infilando il pallone di poco sotto il sette.

24’: Secondo cooling break della gara con entrambe le compagini che si fermano per qualche minuti per rinfrescarsi e riorganizzare le idee.

23’: POKER DEL CATANIA. Catania padrone assoluto del match. Il neo entrato Welbeck riceve e spara una bordata dalla distanza insaccando il gol del quattro a uno.

15’: Primo cambio per i lupi con Rossetti che lascia il campo per Silvestri.

12’: ANCORA CATANIA. Diagonale di Di Molfetta dalla sinistra, palla sul fondo.

4’: TRIS DEL CATANIA. Partenza a razzo degli etnei che trovano il tris con Di Piazza che sfruttando un cross dalla sinistra scavalca Abibi con un tocco sotto.

1’:. Riprende il match del Partenio-Lombardi con entrambi gli allenatori che confermano gli stessi undici di partenza.

PRIMO TEMPO

47’: Dopo due minuti di recupero il signor Daniele De Santis della sezione di Lecce dice che può bastare. Tanto Catania, poco Avellino. Etnei che si confermano squadra costruita per ambire alle zone alte della classifica. Lupi che aspettano, sfruttando magari qualche ripartenza fortuita.

46’: ULTIMO ASSALTO DELL’AVELLINO. Lancio lungo per Alfageme che aggancia bene e stavolta tiene la testa alta. Palla per l’accorrente Rossetti che spara la botta ma sbaglia la mira.

42’: OCCASIONE CATANIA. Ancora ospiti vicini al gol. Lodi corsa. Dall’Oglio riceve e tira. La palla si spegne alta sul fondo.

33’: GOL DELL’AVELLINO. I lupi riaprono la partita dimezzando lo svantaggio. Ottimo lavoro di Di Paolantonio che ci prova dal vertice destro dell’area. Si crea un batti e ribatti in area che vede protagonista Diego Albadoro. L’attaccante ci prova e ci riprova finché non riesce ad insaccare. ESPLOSIONE DI GIOIA PER I SUPPORTERS BIANCOVERDI.

31’: OCCASIONE AVELLINO. I lupi provano a riaprire i giochi con Di Paolantonio che da calcio di punizione serve per la testa di Morero che però sciupa l’opportunità.

29’: RADDOPPIO DEL CATANIA. Gli etnei, implacabili, trovano il raddoppio con Ciccio Lodi che dai 25 metri la insacca direttamente da calcio di punizione. Eccellete l’esecuzione, ma la barriera biancoverde e di conseguenza il suo portiere Abibi, ha sicuramente le sue colpe.

25’ Cooling break per Avellino e Catania. Le squadre si raccolgono nei pressi delle rispettive panchine per bere e per cambiarsi consigli insieme agli staff tecnici.

25’ CATANIA VICINO AL RADDOPPIO. Contropiede ospite. Il Catania avanza in gran velocità. Palla sui piedi di Sarno che dal limite dell’area prova un bel tiro a giro che termina di poco alto sopra la traversa.

23’: RISPOSTA DEI LUPI. I lupi provano subito a reagire al momentaneo svantaggio e ci provano con Micovschi che crossa dalla sinistra per la testa di Albadoro. Pronto l’intervento di Furlan che la devia in angolo.

22’: VANTAGGIO DEL CATANIA. La superiorità di forze in campo è evidente. Gli Etnei che, da un paio di minuti erano in totale controllo del match, passano in vantaggio con Di Piazza che, sfruttando un cross dalla destra la infila sotto le gambe di Abibi. Partenio-Lombardi in silenzio e settore ospiti in festa

14’: CATANIA ANCORA VICINO AL GOL. Gli etnei con il passare dei minuti si confermano squadra organizzata e competitiva per la categoria. Questa volta è Sarno a lanciare Di Molfetta che a tu per tu con Abibi sciupa l’occasione del vantaggio.

9’: ANCORA CATANIA. Lodi recupera palla e serve Di Molfetta sulla corsa che crossa sul secondo palo dove innesca Dall’Oglio che però tira alto.

7’: CATANIA VICINO AL VANTAGGIO. Ospiti subito pericolosi con Di Piazza che sfruttando una carambola in area si ritrova a tu per tu con Abibi che si oppone da campione. Sembrava evidente la posizione di offside ma l’assistente Gregorio non è stato dello stesso avviso.

5’: RISPOSTA DEL CATANIA. Dall’Oglio cade in area. Il signor De Santis lo redarguisce e il gioco continua.

4’: SUBITO AVELLINO. Avellino subito pericoloso con Di Paolantonio che ruba palla sulla destra e crossa per la testa di Albadoro che non riesce però ad indirizzarla verso lo specchio.

1’: Calcio d’inizio affidato ai lupi che attaccheranno da sinistra verso destra.

1’: Squadre in campo agli ordini del signor Daniele De Santis della sezione di Lecce. Lupi in casacca e pantaloncini verdi, rispondono gli ospiti in completo bianco con inserti rosso-azzurri.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Comment

luigiaddesa scrive:

Questa confitta è una vergogna. Bisogna correre subito ai ripari...inoltre ritengo Ignoffo non all’altezza!

Comment

Lupo scrive:

Senza soldi non si cantano messe. Purtroppo la vittoria col Bari ci aveva illuso, ma i nodi vengono sempre al pettine. Onore ai tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento, sarà una stagione di lacrime e sangue. FORZA LUPI SEMPRE E PER SEMPRE

Comment

carlo scrive:

Ma lo volete capire che l avellino e’ il Matera dell anno scorso?