Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy. Continuando a navigare il sito acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

L’incompiuta

Autostazione, De Sio annuncia la svolta: «Pronto il progetto finale, ora il bando da 3 milioni per chiudere l’opera»

L’amministratore unico dell’Air vede la fine dell’Odissea che dura da oltre 30 anni: «Siamo ormai pronti a realizzare la gara per il completamento dell’opera. Terminato il progetto, metteremo i lavori a bando tra la fine di questo mese e l’inizio dell’anno nuovo». Gli interventi si chiuderebbero entro il 2019: dal recupero delle parti deterioratesi negli anni, al completamento degli impianti; dalla sistemazione delle vetrate alle operazioni di impermeabilizzazione, dall’allestimenti degli interni, alle scale ed agli impianti di risalita Sei mesi per completare, invece, l’autostazione di Grottaminarda

Il progetto per il completamento dell’Autostazione di via Pini è pronto. L’opera pensata negli anni ’80 e non ancora conclusa, nonostante siano già stati impiegati circa 30 milioni di euro di denaro pubblico, potrebbe finalmente terminare in pochi mesi. Ad annunciarlo è l’amministratore unico dell’Air, Alberto De Sio.

«Siamo ormai pronti a realizzare la gara per il completamento dell’opera. Il progetto è terminato. Metteremo i lavori a gara tra la fine di questo mese e l’inizio dell’anno nuovo». Sarebbe davvero l’inizio della fine dell’odissea. «Parliamo di un bando di circa 3 milioni di euro – riferisce De Sio – con lavori che potrebbero partire in primavera e concludersi nel giro di 5 o 6 mesi». Così, entro la fine del 2019, ci si lascerebbe alle spalle oltre 30 anni di tormentata gestazione. Nel frattempo, resta immobile un gigante da 14.710 metri quadrati, che, oltre ad ospitare i bus, comprenderebbe un vero e proprio centro direzionale, un parcheggio auto da 10.000 metri, 13 biglietterie on line, depositi per i bagagli, moderne sale d’attesa e una serie di locali all’interno dei quali allestire attività legate al trasporti.

Dopo tanti anni, i lavori residui non saranno del tutto marginali. «Si andrà dal recupero delle parti deterioratesi negli anni – prosegue l’amministratore unico – al completamento degli impianti. Dalla sistemazione delle vetrate alle operazioni di impermeabilizzazione, dall’allestimenti degli interni, alle scale ed agli impianti di risalita». Stavolta non dovrebbero esserci intoppi. Ovviamente, una volta terminata l’opera, il socio dell’Air, cioè la Regione Campania, dovrebbe anche decidere come utilizzare l’immobile e quali attività, per esempio commerciali, realizzarvi. Quel che è certo, e che rappresenta un altro paradosso, è che i bus attualmente in dotazione all’Air non riuscirebbero ad entrarvi tutti. E servirebbero soluzioni ulteriori di supporto.

Tempi più snelli, invece, per la chiusura dei lavori dell’altra autostazione in Irpinia, quella di Grottaminarda. «Qui – spiega De Sio – pensiamo di farcela per la metà del 2019».

Nel frattempo, l’azienda provinciale dei trasporti è impegnata, con il partner Bus Italia, nella gara per l’affidamento del servizio nell’ambito unico Irpinia-Sannio. Anche qui, i prossimi mesi saranno assolutamente decisivi. A luglio scorso, l’adesione alla manifestazione di interesse pubblicata dalla Regione. «A breve – fa sapere ancora De Sio – attendiamo l’invito formale, con l’esplicitazione delle regole di presentazione dell’offerta, da parte di Acamir. Entro 2 mesi, noi presenteremo le nostre offerte economiche ed organizzative, oltre che di investimento. A quel punto, la commissione di gara dovrà decidere. L’iter – conclude – si chiuderà anche in tal caso entro il 2019».

E’ su questa partita che si giocherà il futuro dell’Air, anche se i lavoratori - come è noto - sarebbero tutelati dalla norma sul passaggio di cantiere.

Lascia il tuo commento

Comment
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

Non ci sono commenti all'articolo.